L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

25/07/2006 22:12:39

Paura ossessiva

Gentile dottore,
ho 17 anni.
Vorrei rubarle qualche minuto per darmi un consiglio su come uscire da una situazione piuttosto tragica.
Nell’ottobre dello scorso anno sono andato dal dentista per farmi cambiare 2 otturazioni in amalgama (nei denti 6° inferiore sx e dx) che mi facevano male quando mangiavo cibi acidi come gli agrumi.
Una volta sostituiti questi due restauri con dei nuovi in composito, ho avuto dolorosi problemi di sensibilità ad entrambi i molari specialmente se mangiavo cibi duri (schiacciatine, biscotti) oppure acidi (frutta).
Allora sono andato subito dal dentista e mi ha detto di provare ad aspettare un po’ per vedere se si riformava la dentina e se passava tutto da solo.
Voglio precisare che i denti erano entrambi sanissimi.
Ho aspettato alcune settimane, e sebbene il dolore rispetto a prima fosse diminuito, mi facevano ancora male se stimolati con cibi duri o acidi.
Sono andato ancora dal dentista e ha provato a sistemarli, limarli, ecc. ma non è cambiato molto.
Ha provato poi a farmi delle iniezioni di arnica in alcuni punti dentro la bocca che purtroppo si sono rivelate inutili.
Dopo due mesi l’ho richiamato dicendo che mi facevano ancora male i 2 denti, quello sinistro un po’ più del destro, e così mi ha detto che a questo punto poteva solo devitalizzarlo.
Io mi sono fidato di lui e ho accettato, ma quando sono tornato a casa dal suo studio col dente devitalizzato in bocca, mi sono messo a guardare in internet come funziona la cura canalare e ho scaricato il file pdf “questioni odontoiatriche” scritto dal dott. Acerra Lorenzo.
Quel documento mi ha messo una paura che non ha idea, mi ha fatto disperare e cadere in depressione, una depressione che mi porto avanti da quel maledetto 29 Maggio.
Io non avevo la minima idea che devitalizzare un dente comportasse tutti quei rischi, non ne avevo mai sentito parlare prima e soprattutto il mio dentista non me ne aveva mai parlato, pur essendo una persona molto accorta per la salute dei suoi pazienti (almeno sembra).
Sto passando i giorni più brutti della mia vita, piango come non ho mai fatto in vita mia e non riesco a pensare ad altro che a questo maledetto dente; sono arrivato a chiedere a 2 dentisti di togliermelo per i motivi scritti nel suo documento ma nessuno vuole farlo, se non fosse per mia mamma che mi ha tolto la pinza di mano me lo sarei già tolto da solo.
Tutti mi dicono di non dare peso alle cose che leggo in internet ma io non so veramente a chi dare retta!!
Questa situazione mi sta distruggendo, dal 29 Maggio a oggi non sono più andato a un allenamento di nuoto (lo facevo a livello agonistico ogni giorno fino a poco fà), non esco più con gli amici, non ho più voglia di vivere, e in casa mia stanno tutti male vedendomi depresso in questo modo.
Vorrei tanto strangolare il dentista…
Cosa mi conviene fare secondo lei?
Adesso mi trovo con i 4 canali chiusi e della pasta provvisoria sopra il dente, e martedì dovrebbe finire di ricostruirlo.
Intanto adesso il 6° destro non mi da più fastidio e quello sinistro devitalizzato mi fa male.
Va a finire male secondo me perché non ce la faccio a continuare così, non riesco a mandare giù il fatto che mi abbiano ucciso un dente sanissimo che secondo me poteva essere sistemato in altre maniere.

Aspetto ansioso il Suo parere su questa storia.
Grazie!

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/07/2006

non voglio entrare in questioni odontoiatriche di cui non mi intendo molto (ma mi associo a quelli che mettono in guardia rispetto a prendere come oro colato le informazioni provenienti da internet). credo che la reazione che lei ha avuto al problema dei denti sia stata molto molto dolorosa a livello psicologico, come se ci fosse già una certa fragilità di base. capisco la sua rabbia e la sua frustrazione, ma il fatto che la sua vita sia così cambiata dopo l'episodio e che dica anche che non voglia più vivere mi fanno pensare a un'importante reazione depressiva che le consiglio di affrontare perlandone con uno psichiatra. non le ridarà indietro i suoi denti ma potrà aiutarla a tornare a vivere.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra