L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

13/12/2006 18:52:30

Per favore......rispondete, è urgente!!!!!!1

Gentili dottori,
ho scritto molte volte riguardo il mio problema, ma non ho ancora ricevuto risposta...so che le domande sono molte, ma avrei davvero bisogno di quanti più pareri possibili.
vi sottopongo nuovamente il mio problema..
nel 2004, in seguito a visita immunologica, mi sono stati prescritti vari esami, tra cui l'ecocardiografia color doppler, mai fatta in vita mia.
con mia sorpresa, il dottore riscontrò un ispessimento della cuspide aortica anteriore dx; lieve rigurgito aortico ed esile rigurgito tricuspidale.il dottore ci disse che non era nulla di grave, e che mi sarebbe bastato un controllo annuale.
lascio passare del tempo.nel 2006 a settembre, ripeto l'esame nella stessa clinica, con un dottore diverso; l'esito, stavolta è totalmente diverso: jet di rigurgito protosistolico alla mitrale....delle altre cose, nessuna traccia.come è possibile?è certo che tra qualche mese ripeterò il doppler per verificare se effettivamente ho qlcsa e dove sta realmente il problema.dal 2004, comunque,ho dei forti dolori al petto, all'altezza dello sterno, leggermente sulla parte sx che si irradiano a volte al braccio sx; sono dolori da sforzo, e li ho anche se passo da un posto caldo a uno più freddo...anche se mi alzo la mattina da sotto le coperte...tollero molti sforzi, come camminare, salire le scale, ma sforzi più imponenti come tenere in braccio un bimbo, o prendere qlcsa di pesante, o abbassarmi o girarmi di scatto mi danno il dolore; la fitta dura un paio di minuti in totale..o di più..avevo pensato a dolori da raffreddamento, ma sono ormai due anni che il dolore mi accompagna, seppure in modo non fisso...potrebbe essere angina, anche se ho 21anni?ho,letto che può essere causata dadifetti della mitrale, che non lascia passare abbastanza sangue nelle coronarie...in famiglia, inoltre, due fratelli di mamma hanno un lieve prolasso congenito della mitrale.
un particolare: nell'estate del 2005, sono stata portata la pronto soccorso per forti dolori alla bocca dello stomaco.
all'inizio, ho cercato di non allarmare nessuno;mi sono alzata dal letto, dopo aver sofferto in silenzio per una buona mezz'ora, e mi sono fatta una camomilla, pensando fosse lo stomaco....nulla da fare...dolori atroci...mi mancava il respiro per il dolore, e sudavo freddo...tornai a letto; mi sdraiai a pancia in giù, ma il dolore arrivava al petto...solo quando fui allo stremo delle forze, mi decisi a chiamare mia madre...mi fece un'altra camomilla...niente....non sapevo dire se il dolore era allo stomaco o al cuore..perciò mi portarono in ospedale...mi somministarono uno spasmolitico e un antiacido; dissero che si trattava di gastrite...risposi che non mangiavo schifezze e mi tenevo leggera...e che avevo preso due camomille senza risultato.
i dolori continuarono anche per circa un'ora dopo l'infusione e.v.. sempre alla bocca dello stomaco....il dottore mi fece anche un ecg, nella norma.
non ci avevo mai pensato, ma questo episodio può essere collegato al cuore o era davvero gastrite?
un'altra cosa: ho sempre la p bassa; di sicuro è costituzione, perchè anche quando mi sento bene, la p non supera mai i 110/60 o 100/60...ma spesso succede che avverto con chiarezza il calo di p e controllando mi ritrovo anche con valori di 90/50..è normale? a volte, mi è successo di non essere svenuta solo per un pelo, sdraiandomi subito a gambe inalto..ma sudavo freddo e feoiravo o affanno....da questo quadro, che esami ritenete opportuno che io faccia per i dolori al petto?per la p bassa?e può essere angina?
a.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/12/2006

Guardi che il referto del secondo doppler non è molto differente dal primo. Lo esibisca al cardiologo che ha fatto il primo comunque, se possibile. Quanto al dolore, non ha affatto i caratteri dell'ischemia cardiaca; piuttosto sembra dovuto ad una neuropatia periferica. Si controlli, ma con maggiore serenità.
Cordiali saluti.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del21/12/2006

Le consiglierei di fare una gastroscopia e verificare se non è affetta almeno da Incontinenza cardiale e reflusso gastroesofageo, patologie che possono spiegare i suoi dolori retrosternali più di una Angina . Anche la sintomatologia neurodistonica (svenimenti, astenia, ipotensione,ecc.) da lei riportata spesso si associa a disturbi dell'apparato gastroenterico.

Dott. Giovanni Piccini
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Malattie del fegato e del ricambio
ROMA (RM)


Risposta del21/12/2006

Le consiglierei di fare una gastroscopia e verificare se non è affetta almeno da Incontinenza cardiale e reflusso gastroesofageo, patologie che possono spiegare i suoi dolori retrosternali più di una Angina . Anche la sintomatologia neurodistonica (svenimenti, astenia, ipotensione,ecc.) da lei riportata spesso si associa a disturbi dell'apparato gastroenterico.

Dott. Giovanni Piccini
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Malattie del fegato e del ricambio
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra