L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

26/01/2007 23:39:40

Per il dottor Beretta

Mi riferisco alla risposta da lei inviatami sul problema di ciste all'epididimo
consapevole che porterebbe alla sterilita' .
il fatto 'e' che a volte mi fa male e sento un senso di trazione anche all''inguine ci sono terapie farmacologiche?
se l'unica terapia e' l'intervento se non vado errato dalla mia esperienza (essendo un'appassionato della materia medica)
si tratta di int.chir. di epididimectomia giusto?
e' fattibile in an.loco regionale / lombare?
come si sussegue la fase post.operatoria ?
sono recidive?
potrebbero essere maligne?
mi scuso se insisto a contattarla ma lei e' sicuramente il medico che mi ispira fiducia
le chiederei anche questo:
mio suocero(anni 55) e' stato sottoposto a cistoscopia per polipi alla vescica e visto che e' gia' 3 anni che li trovano ogni anno stavolta vogliono fargli dei lavaggi alla vescica vorrei sapere in che cosa consite e deve farle per quanto tempo ? ci sono alternative?
inoltre vorrei sapere perche questi polipi continuano a riformarsi (forse dovuto dal fatto che la prima volta l'intrevento non e' stato tempestivo e il polipo aveva dimensioni grosse?)
fortuantmente l'esame istologico e' sempre di natura begnigna potrebbero diventare maligni?
che dieta deve fare una persona con questi problemi?
e' vero che il vino rosso non e' tollerato da questa patologia?

cordiali saluti e scusi del disturbo

Fabrizio


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del29/01/2007

Gentile sig. Fabrizio,
le informazioni che ha sull'intervento di epididimectomia (asportazione totale dell'epididimo) non riguardano la semplice asportazione di una cisti epididimaria ma di tutto l'epididimo e quindi si tratta di un intervento più complesso che comunque io personalmente le sconsiglio di fare , vista anche la sua giovane età e se il problema è solo il dolore dovuto ad una ciste che ,attentamente valutato ,può essere trattato anche farmacologicamente dal suo medico di medicina generale.
Per quanto riguarda il problema di suo suocero sempre ,in questi casi, si procede ad attente e continue monitorizzazioni endoscopiche fino a che le formazioni scompaiono. Non vi sono particolari diete da consigliare se non quella di mantenere una buona idratazione (cioè bere almeno1,5-2 litri di acqua oligominerale se naturalmente non ci sono altre controindicazioni internistiche ( Ipertensione arteriose, cardiopatie , ecc, ecc9:
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra