L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

05/11/2007 19:00:27

Per la Dott.ssa M.Adelaide Baldo

Gentile dottoressa sono una ragazza di 22 anni..le ho scritto già circa un mese fa circa i miei attacchi di panico ed episodi di derealizzazione che oggi come oggi sono diventati all'ordine del giorno.Come lei mi ha specificato che il non riuscire a staccare dal control sia un problema di dipendenza psichica..le dico che finalmente sono riuscita ad eliminarlo..sto aspettando con ansia che le liste d'attesa per lo psichiatra dell'asl si accorcino..purtroppo essendo studentessa non posso permettermi quello privato..nell'attesa vorrei chiederle se con adeguata cura farmacologica e psicoterapeutica questi sintomi svaniscono..la mia preoccupazione più grande è..può l'ansia il panico la derealizzazione e la depressione portare ad allucinazioni?è una paura che mi sta affliggendo quando sto in ansia e derealizzazione forte..poi non so come eliminare dalla testa la paura della morte e della pazzia,cose che mi capitano quando ho gli attacchi di panico..dato che non ripongo abbastanza fiducia nel mio medico curante le chiedevo un consiglio su qualche farmaco potrei utilizzare per lenire quest'ansia mentre non inizio la psicoterapia..lo so che la situazione dovrebbe essere inquadrata meglio dal mio medico curante..ma sono anche certa che più di tanto non può capire questo mio malessere dato che mi ha prescritto delle gocce alle erbe per dormire senza svegliarmi in mattinata..cosa inutile..non funzionano!!!sono consapevole che i farmaci vadano prescritti da chi competente in materia..so solo che voglio andare all'università senza questo panico e derealizzazione..stare bene come stanno gli altri..se aspetto la lista nel frattempo morirò di crepacuore..perchè non migliorare la qualità della vita?lei cosa mi consiglia di fare?aspettare lo specialista o affidarmi a qualche ansiolitico dato dal medico curante?la ringrazio ancora di cuore e spero in una vostra risposta..

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/11/2007

Le consiglio di aspettare la visita dello specialista. Infatti l'assunzione di ansiolitici non è priva di rischi e solo un attento esame della persona permette di capire se si possono prendere o no. Potrebbe anche essere che per lei gli ansiolitici non siano i farmaci adatti e quindi prenderli potrebbe peggiorare i sintomi. Aspetti,in modo da iniziare la cura giusta!

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra