L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

15/09/2007 13:42:24

Perfavore mi risponda

G.le Dottore
non riesco a togliermi dalla testa il fatto di non aver aiutato mio zio ke oggi non ce piu.
Mia mamma 4 giorni prima ke morisse mi kiese di cercare su internet dei centri talassemici( evidentemente voleva affrettarsi a portarlo via da quell'ospedale in cui lui stesso diceva di sentirsi trascurato).Io avevo il modem guasto ma avrei potuto kiedere aiuto a qualche amico e consultare il suo pc invece di rimandare ai giorni venturi.
Ora mi sento troppo in colpa..se mi fossi comportata come avrei dovuto le cose sarebbero andate diversamente.Lei cosa ne pensa veramente?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del18/09/2007

Quando muore una persona cara è facile sentirsi colpevoli: "avrei potuto fare questo", "se avessi fatto quello" e così via. Non credo lei sia colpevole:ci sono malattie che hanno esito fatale indipendentemente dal nostro impegno a contrastarle. La medicina ha come scopo quello di guarire, ma ci si scontra quotidianamente con il fatto che la morte esiste, non la si può fermare, al massimo la si può rimandare. Se lei saprà elaborare dentro di sè questi complessi sentimenti, vedrà che questa esperienza la farà "crescere" emotivamente.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra