L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

28/09/2006 21:23:57

Perfavore rispondete una buona volta please!!!

Salve dottore le pongo un quesito che mi assilla! premetto che vivo momenti terribili d'ansia per tutto ciò che riguarda il mio cuore e qualunque cosa accada mi spaventa! ultimamente mi è notato che quando faccio uno sforzo importante il mio cuore sembra che vada ad una velocità pazzesca quasi impressionante! inizialmente avevo terrore di questo poi una volta prendendomi di coraggio ho provato a misurare quanti battiti avevo in quell occasione e stranamente non superava i 170!!! dico stranamente perchè in passato quando non aveva queste paura avevo battiti anche piu veloci ma che mi sembravano molto piu lenti!! un'altro mio problema è che quando i battiti si presentano con questa velocità per me enorme noto che il cuore ha un battito fortissimo, nel senso ke il battito oltre a essere molto veloce e anche molto potente , si sente un botto enorme quando batte e tutto questo mi fa sentire come se stesse esplodendo da un momento all'altro e mi sento rimbombare tutto dentro!! è grave tutto ciò? a luglio di quest'anno ho fatto ecocardiogramma ed ecg sotto sforzo e innumerevoli ecg normali che hanno sottolineato ke il mio cuore è forte, cosa confermata da un altro ecocg eseguito qualche giorno fa! purtroppo l ecocg è fatto a riposo per cui ho dei dubbi per quanto riguarda la potenza del battito e la velocità quando il cuore è sotto sforzo! secondo lei dovrei ripetere il test da sforzo dato ke la prima volta ke l'ho fatto 3 mesi fa non avvertivo questa potenza e questa velocità enorme!! un'ultima domanda quando mi alleno o gioco a calcio (alm,eno quando riprenderò dato che ho troppa paura per farlo) e avverto le palpitazioni sin da subito e tutto il resto che le ho descritto posso continuare senza fermarmi o devo aspettare che il cuore rallenti? grazie arrivederci

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/10/2006


Egregio, l’origine della tachicardia risiede in molte altre cause, al di fuori del cuore, che chiaramente vanno cercate. Lei riferisce soltanto esami eseguiti per la funzionalità cardiaca, giustamente, ma la presenza di virus, come Coxakie, Epstein-Barr, Cytomegalovirus, possono determinare tachicardia, vanno cercati; anche una lieve disfunzione tiroidea, ne può essere la causa. Chiaramente i valori rilevati vanno attentamente valutati, non in base ai valori di riferimento, ma con ragionamento appropriato. Tantomeno i valori degli anticorpi, vanno letti con la distinzione IgM/IgG, ormai obsoleta, sorpassata da molto tempo dalla ricerca scientifica immunologica.
Così lei ha la spiegazione di tutto questo, l’omeopatia, ha la possibilità di determinare tutto questo, poiché indagando il sistema immunitario, ha la possibilità di arrivare molto lontano. Sicuramente va applicato il ragionamento giusto agli esami strumentali eseguiti, quali esami eseguire, altrimenti non si trova niente e si affibbia come al solito, l’etichetta di stressato, nervoso, ecc.
Come vede, ha la possibilità di risolvere il suo problema.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Risposta del01/10/2006

Le consiglio di dosare FT3, FT4 ed STH. Incaso di alterazioni individuate dal suo medico, si faccia inviare ad un endocrinologo. In caso di negatività, invece, faccia una visita presso uno specialista in Medicina Interna. E' ovvio che se i disturbi si presentano durante l'attività fisica, questa va interrotta.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra