L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

25/06/2005 19:52:25

Post operazione prostata

Salve, mi sono operato con trattamento endoscopico per L'Ipertrofia prostatica. Operazione riuscita ma sono passati 5 mesi e continuo la notte ad evere forti e frequenti stimoli per urinare dandomi bruciore e conseguenti perdite di sangue. Il mio medico che mi ha operato sosteneva la possibilità di un'infezione e quindi ho fatto cura con antibiotici, ma nessun sollievo.
Nonostante tutti gli esami fatti, urinocoltura compresa, non danno alcuna anomalia continuo ad avere questo forte disturbo. Cosa puo'essere.
Grazie per la gentile risposta






Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del28/06/2005

Premesso che, nello specifico, vanno ben conosciuti gli accertamenti effettuati e la sintomatologia pre-intervento nonchè quelli effettuati in seguito per inquadrare in modo accettabile la situazione, credo di poter affermare che la "disuria post TURP" sia un disturbo osservabile (sebbene non di frequente) nei sei mesi dopo e spesso autolimitantesi, ma di difficile trattamento ed inquadramento nel caso di totale assenza di riscontri patologici.

In realtà la presenza di una macroematuria (così viene riferito) a 5 mesi è un riscontro decisamente patologico e non necessariamente correlato all'intervento subito.
Esso pone indicazione ad accertamenti per immagini (eco ed urografia), citologici (Pap test urinari) e ad una eventuale revisione endoscopica.

Dott. Mario Melis
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Urologia
CAGLIARI (CA)


Risposta del16/11/2012

Condivido la risposta del bravissimo collega.
nella mia esperienza dopo tre massimo sei mesi tutto deve ristabilirsi. Consideriamo che la cicatrizzazione biologica avviene in soli 21 gg. I sintomi irritativi e specialmente l ematuria obbligano ad accertamenti ecografici, anche delle vie urinarie superiori, citologici e purtroppo in alcuni casi ad una revisone della loggia.
Sta prendendo scoagulanti in questo periodo, antiaggreganti?


Dott. Andrea Militello
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Rignano Flaminio (RM)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra