L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Sessualità

02/09/2006 16:30:01

Prestazioni sessuali

Egregi, reinvio la domanda che inoltrai lo scorso 23 luglio senza finora aver letto alcuna risposta, anche se arricchita da alcune altre informazioni. Sono un uomo di 52 anni. La mia vita sessuale è sempre stata abbastanza normale e pur essendo sposato e con figli ho avuto in passato e ancora oggi relazioni con altre donne. Allo stato attuale la mia libera professione, non sta producendo la dovuta tranquillità economica e capita spesso che, in particolare con la moglie che ha la mia stesa età, registro un calo del desiderio; mentre con l'altra partner (più giovane di nove anni) capita che nel corso degli incontri si arrivi anche consumare due rapporti nel giro di un paio di ore. Non sempre comunque è così. Anche dal punto di vista del piacere (mio) provato a volte non trovo la giusta soddisfazione. Noto pure che l'erezione durante il rapporto si attenua qualora si cambia posizione, oppure ci si sofferma o cose del genere. Capita sempre più frequentemente che al mattino la classica erezione viene a mancare e che il principio di eccitamento al contatto con il corpo della donna tardi a manifestarsi. Gli esami di sangue e urine sono tutti nei valori normali: il testosterone è 3,45, la prolattina 6,37, la PA 145/95. Vorrei quindi sapere se esistono (ed eventualmente quali) rimedi da porre in atto per ripristinare la mia serenità sessuale oppure se è questa l'età per dire addio a questa importante funzione biologica e rassegnarmi. Mi piacerebbe leggervi. Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/09/2006

Gentile Utente,
la sua storia si ripete molto frequentemente tra i nostri pazienti per cui non è il caso di " gettare la spugna".
Il mio consiglio è di rivolgersi ad un Andrologo considerando che dai 50 anni in poi è corretto approfondire il versante organico ed eventuali alterazioni della circolazione sanguigna del pene.
Esistono comunque farmaci in grado di ripristinare la situazione brillantemente per cui stia tranquillo.

Cordiali saluti



Dott. renzo benaglia
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
BERGAMO (BG)


Altre risposte di Sessualità







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra