L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

09/03/2007 17:04:33

Presunta uretrite

Da circa un anno e mezzo dopo un forte e fastidioso episodio di emorroidi ho inziato con questo problema ancora non risolto, cioè qunado ho termonato di urinare sento un leggero fastidio ( non si tratta ne di dolore ne di bruciore) che dopo qualche ora senza urinare scompare e si ripresenta la volata sucessiva, questo a volte mi crea anche un forte stimolo a urinare ed è puù accentuato durante il ciclo mestruale. A fronte di questo disturbo ho efftutuato una visita urologica dell'uretra - tutto ok - esame urina e urinocultura - tutto ok - esguito tampone uretrale - risultato E.Coli - effettuata cura antibiotica con Clavulin - dopo sei mesi ( in primavera) il disturbo è ricomparso - rifatto tampone uratrale ma questa volta è risultato negativo - eseguito uroflussometria - tutto ok- esguito cistouretrografia - tutto ok - l'urologo quattro mesi fa mi ha prescritto una cura antibiotica con Ciproxin per tre mesi - il distrurbo se ne è andato fino a gennaio ma ora è ricomparso - lo specialista mi aveva detto alla fine della cura di rifare l'esame delle urine e urinocultura ma è risultato negativo, inoltr mi ha detto di effettuare la cistoscopia ma che sicuramente sarà negativa visto l'esito della cistouretrografia. Cosa ne pensa? che consiglio mi può dare? visto che tutti gli esami sono ok ma il disturbo persiste cosa possa fare? può essere un problema vaginale? grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del12/03/2007

Gentile lettrice ,
in questi casi, quando gli esami colturali ed ecografici sono nella norma , il consiglio che generalmente viene dato è quello di cambiare stile di vita , dieta (aumentare l'assunzione di acqua , possibilmente oligominerale) , palestra, ecc, ecc.
In questo modo è più semplice superare il protrarsi degli effetti collaterali di una infiammazione alle vie urinarie.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra