L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

06/01/2007 17:58:52

Prevenzione oncologica

Salve, un giovane di 32 anni,vi scrivo perchè ho un dubbio che mi attanaglia la mente già da qualche tempo. Mi spiego: circa 10 anni fa ho perso mia madre per una grave forma di tumore al seno, poi il fratello è morto per tumore ai centri linfatici,mio nonno per leucemia, a causa di questo mio padre insiste affinche ogni 6 mesi io e mi sorella dobbiamo sottoporci ad un esame completo del sangue dicendoci che leggere variazioni dei valori standard possono essere campanello di allarme (es. VES , ecc). vorrei sapere se questo puo essere visto come un buon metodo di prevenzione , o è qualcosa che ha fine a se stessa ?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/01/2007


Gli esami del sangue fatti in maniera generica ed aspecifica non sono da cosiderare esami di medicina preventiva e pertanto sono inutili se fatti per tale scopo.
Per i tumori del sangue e delle vie linfatiche non esiste al momento nessun tipo di esame preventivo mentre per il tumore al seno consiglierei alla sorella un autoesame mensile ed esami mammografici ogni due o tre anni dopo i 40 anni, anche se la maammografia viene proposta, come screening ad intervalli regolari di due anni, solo dopo i 50 anni

Dott. Cesare Gentili
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra