L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

03/04/2006 13:37:56

Problema arterioso

MIO PADRE HA EFFETTUATO UNECODOPPLER AI VASISOVRAORTICI PER PROBLEMI DI IPERCOLESTEROLEMIA
E DI CERVICALE CON GIRAMENTI DI TESTA.E' RISULTATA LA PRESENZA DI UNA PLACCA IPOECOGENA DI 9MM PER 18 AL LATO DESTRO DEL COLLO CHE GLI OCCLUDE IL PASSAGGIO DEL SANGUE.DEVE ORA FARE UNA VISITA DA UN CHIRURGOVASCOLARE.MA DICOSA SI TRATTA DI PRECISO E CI SONO RISCHI DI ICTUS O ALTRO.GRAZIE E VI CHIEDO UNA RISPOSTA IL PRIMA POSSIBILE.CISONO CURE FARMACOLOGICHE?HA 62 ANNI

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/04/2006

La patologia aterosclerotica dei Tronchi Sovraortici (TSA), frequente soprattutto in pazienti in età avanzata ipertesi, dislipidemici e diabetici è caratterizzata da un progressivo "restringimento" del lume dei vasi che "portano sangue al cervello". il quadro clinico è caratterizzato dall'evenienza di un deficit tansitorio o permanente delle funzioni di determinate aree del cervello dipendenti dal territorio di distribuzione del vaso ammalato. Nel determinismo di queste lesioni, molti sono i fattori che entrano in gioco. Sinteticamente possiamo affermare che le caratteristiche della placca ateromasica e la riduzione del lume vasale che essa determina sono peculiari nel determinare l'insorgenza dei sintomi.
Nella e-mail Lei riferisce la comparsa di un disturbo "atipico e non correlato al tipo ed alla sede della lesione". Peraltro, il referto Eco-Color-Doppler è carente di dati fondamentali per una corretta diagnosi e l'eventuale indicazione terapeutica: caratteristiche morfo-strutturali della placca ed entità della stenosi espressa in percentuale rispetto al lume del vaso.
In linea di massima possiamo dire che se la lesione carotidea è costituita da placca "non a rischio né emodinamicamente significativa" allora vi è indicazione alla sola terapia medica che si sostanzia nell'uso di antiaggreganti piastrinici ed ipocolesterolemizanti orali. In caso contrario va presa in considerazione l'opzione chirurgica.
Distinti Saluti

Dott. Pietro Volpe
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
Specialista in Ematologia
SAN GIOVANNI ROTONDO (FG)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra