L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

06/02/2006 18:34:26

Problema

Ècirca da dieci mesi ke nn sto bene . il tutto è cominciato con un uretrite da un rapporto non protettocurato x 7 giorni con klacid.il problema nn si è risolto ,continuavo ad avere dolore al basso ventre e nel testicolo sinistro dove giàasapevo di avetre un varicocele di 1°grado.durante una buona parte di questi mesi io ero costretto a svegliarmi al mattino e correre in dissenteria.dopo ke mi scaricavo comi nciavano dolori vari alle ossa al petto vicino allee costole e un dolore alla nuca nella parte sinistra infine perdevo le forze.subito il mio medico mi ha fatto fare l'esame x l'aids. risultato negativo e successivamente ripetuto x fugare ogni dubbio pochi mesi dopo e risultato negativo come altro anche il tampone uretrale,la colonscopia,la gastroscopia,l'esame delle feci,la tac alla testa ,il tampone faringeo ,l'rx toraceecografia completa ed esami del sangue completi il tutto risultato negativo.mi hanno detto che ero depresso e mi hanno curato inizialmente con del laroxil senza risultato i sintomi permanevano poi un neurologo mi hà cambiato cura e mi hà prescritto xsana e seriopin x 4 mesi ma nulla è cambiato .iinfine il mio medico mi hà mandato da un neuropschiatra ke a sua volta mi hà cambiato cura dandomi rivotril e remeron x altri 4 mesi.iosiamo a febbraiop e non hò ancora risolto i mie problemi anzi ora sento dolori muscolo scheletrici e scricchiolii più frequenti e non so più cosa fare datemi un consiglio grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del10/02/2006

Non riesco a capire perchè se una persona lamenta dei disturbi, e come dice lei tutti gli esami sono negativi si deve mandare dallo psichiatra dicendo che è depresso. Non è forse colpa del medico che non riesce a capire cosa veramente abbia il paziente? Allora dallo psichiatra ci deve andare il medico, non il paziente, perchè deve diventare lui depresso, vista la sua impossibilità della cura, perchè scaricare la propria ignoranza sul paziente? Non è colpa mia, ma del paziente che è depresso. Ma quello che mi meraviglia di più è che il paziente stesso va dallo psichiatra, e segue quella cura di psicofarmaci completamente inutile.
Allora: primo non riferisce gli esami eseguiti, pertanto non sarà per caso che non sono stati fatti gli esami necessari per arrivare ad una diagnosi? Non gli è venuto in mente che i suoi disturbi aggiunti “anzi ora sento dolori muscolo scheletrici e scricchiolii più frequenti e non so più cosa fare”; possono derivare da una artrite reattiva provocata da quel germe che le ha provocato l’uretrite e successivamente la prostatite?
Allora: secondo riferisca gli esami eseguiti per esteso, successivamente si potranno consigliare altri esami più approfonditi.
Sarebbe gradita una risposta della evoluzione.
Saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra