L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

02/09/2005 15:59:41

Problemi della vecchiaia

Gent. mo dott.
mia mamma ha 76 anni, vive da sola da quando è morto mio papà (circa 7 anni ), ha iniziato ad avere dei comportamenti strani, la ricerca continua delle persone, non sta mai in casa, trova ogni pretesto per visitare gente.
Di pomeriggio spero che non crei problemi, ma la sera va in casa della gente alle 19 perchè dice che lei mangia presto e deve uscire in quell'orario perchè dopo le 20 deve essere a casa. Il telefono poi è un altro problema, ha un problema neurologico e al telefono capisce molto poco di quello che la persona all'altro capo del filo dice e quindi bisogna lasciarla parlare e quando ha finito attacca, fa minimo 6 telefonate al giorno, non è per il costo, ma non so a chi telefona, ho provato a fare arrivare il tabulato dalla TELECOM ma lei me lo ha stracciato prima che io lo vedessi e ha negato di averlo ricevuto.
I problemi poi sono anche altri, si cura poco della sua persona, anche se all'apparenza sembra in ordine e anche in casa fa poco o nulla.
Siccome sua sorella ha il morbo di Halzeimer (forse non si scrive così) e anche dopo il consiglio del medico curante io e mio fratello l'abbiamo fatta visitare in un centro UVA ma dopo i test hanno minimizzato dicendo che era inutile portarla in un centro come quello e che era solo un soggetto ansioso da tenere sotto controllo, senza specificare se dovevamo farla visitare ancora da un neurologo.
Sinceramente sono abbastanza preoccupata, lei cosa mi consiglia di fare?
Grazie
Paola

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/09/2005

Gent. ma Lettrice,
come sempre non è facile fare ipotesi diagnostiche a distanza. In effetti dal Suo preciso racconto sembrerebbe che Sua madre presenti alcuni sintomi di deterioramento mentale (in particolare "rigidità" nei comportamenti, scarsa cura della persona, comportamenti "intrusivi"). Lei dice che "ha un problema neurologico" per cui non capisce bene quanto le viene detto: che tipo di problema? Ha avuto un ictus con afasia?
Va rilevato però che è stata già visitata presso un Centro specializzato e che è stata sottoposta a tests. Quindi il caso non è stato trascurato e la paziente ha già fatto indagini adeguate ed approfondite. Sulla base di questa informazione non mi sentirei di consigliarLe, per ora, accertamenti particolarmente impegnativi. Attenderei qualche mese e se i comportamenti si ripetono, ma soprattutto se dovessero verificarsi gravi disturbi di memoria e dell'orientamento (es. perdere la strada di casa), ripeterei una valutazione neurologica presso un Centro per la Malattia di Alzheimer .

Cordialmente,

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra