L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

04/10/2007 16:14:55

Problemi post emorroidectomia

Salve, ho 35 anni e un mese fa sono stato operato di Emorroidi con il metodo ferguson. Il decorso post operatorio è stato fastidioso (una delle due ferite tardava a cicatrizzarsi) ma attualmente non ho più bruciori alla defecazione e anche al tatto sembrano chiuse. Il problema è che ancora in continuazione perdo un muco giallastro dall'ano (ora meno di prima e soprattutto alla defecazione, anche se a volte ho lo stimolo e mi esce solo questo muco) e inoltre l'elasticità anale sembra veramente limitata, ho provato a fare un'autoesplorazione e all'interno dell'ano, da un lato quasi sul bordo, c'è una parte dura e leggermente dolorante. All'ultima visita di controllo il chirurgo ha detto che il decorso andava bene, questi due problemi sono però molto importanti anche perché essendo omosessuale vivo sia un problema psicologico dato dalla continuo bagnarsi della zona e dal fatto che ancora mi è impossibile pensare di avere rapporti sessuali vista l'impossibilità della penetrazione.
Volevo chiedere è una situazione transitoria? E c'è qualche cosa che si può fare?
Grazie mille in anticipo

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/10/2007

Caro Utente
L'emmorroidactomia sec.la tercnica di Ferguson tecnica risalente al 1959 prevede l'asportazione del tessuto emorroidario e la chiusura delle ferite procurate sull'anoderma.Tale tecnica come tutte le emorroidectomie,anche se permette la guarigione delle ferite perianali per prima intenzione, prevede tempi lunghi di guarigione accompagnati da intensa sintomatologia dolorosa,con possibili complicanze stenotiche del canale anale.La sintomatologia che descrivi ,rientra nel lungo decorso post operatorio.,ma la riferita ridotta elasticità del canale anale rappresenta una complicanza , che richiede una attenta e rapida valutazione affinchè si possa iniziare una precoce terapia dilatativa.
Auguri Dr.Giuseppe D'Oriano

Dott. Giuseppe D'Oriano
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra