L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

21/02/2006 16:39:44

Prolattina

Ho effettuato una diagostica ormonale per rilevare i valori della prolattina, il primo campione è risultato 49.9ng/ml, il secondo 36,6ng/ml, il terzo 31,0ng/ml. Sono stata dal ginecologo ma mi ha detto di non preoccuparmi perchè ho il ciclo mestruale regolare e il valore finale non è così alto da prevedere accertamenti ma di controllare i valori annualmente. Posso stare tranquilla? Ho i valori alti? Devo rivolgermi ad un anltro specialista? Inoltre volevo chiederle se c'è una connessine fra livello alto di prollattina e funzionalità della tiroide? Secondo lei è meglio che controlli anche i valori della fuzionalità della tiroide tramite prelievo del sangue?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/02/2006

I valori di prolattine che lei riporta sono solo lievemente aumentati rispetto alla norma e ciò può essere legato a differenti cause come assunzione di farmaci (estroprogestinici, alcuni farmaci dell'emicrania, metoclopramide etc), stress anche del prelievo ed alterazione della funzione tiroidea come l'ipotiroidismo. Per tale motivo le consiglio di fare un prelievo per funzione tiroidea (TSH, FT3, FT4, anticorpi antitireoglobulina e anti-tireoperossidasi) e di fare una visita specialistica con un endocrinologo, che è lo specialista più adatto per questo tipo di problemi.

Dott.ssa Melania Pulcrano
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio


Risposta del24/02/2006

I valori di prolattine che lei riporta sono solo lievemente aumentati rispetto alla norma e ciò può essere legato a differenti cause come assunzione di farmaci (estroprogestinici, alcuni farmaci dell'emicrania, metoclopramide etc), stress anche del prelievo ed alterazione della funzione tiroidea come l'ipotiroidismo. Per tale motivo le consiglio di fare un prelievo per funzione tiroidea (TSH, FT3, FT4, anticorpi antitireoglobulina e anti-tireoperossidasi) e di fare una visita specialistica con un endocrinologo, che è lo specialista più adatto per questo tipo di problemi.

Dott.ssa Melania Pulcrano
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra