10/05/13  - Protrusione discale - Scheletro e Articolazioni

Protrusione discale




Domanda del 10 maggio 2013

Domanda


Eseguita RMN cervicale, dorsale, lombare.
Di seguito il referto. Che cura si consiglia?

Verticalizzazione della fisiologica lordosi del rachide lombare.
Segni spondilosici.
Normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione.
Ridotto spessore e segnale in T2 dei dischi intersomatici C4-C5, C5-C6, C6-C7, del tratto D6-D9, di L4-L5 ed L5-S1 per fenomeni disidratativi. Si associa alterazione di segnale su base reattiva della spongiosa sub-condrale delle limitanti somatiche contrapposte di C4-C5. Modica protrusione posteriore a sede mediana e paramediana bilaterale del disco intersomatico C4-C5. A livello C5-C6 si apprezza protrusione discale posteriore a sede mediana e paramediana sinistra.
A livello C6-C7 si osserva marcata protrusione discale posteriore a sede mediana e paramediana sinistra che impronta il sacco durale.
A livello D6-D7 e D7-D8 si rileva protrusione discale posteriore a sede mediana. A livello D8-D9 si osserva protrusione discale posteriore a sede mediana e paramediana sinistra.
In corrispondenza dello spazio intersomatico l4-L5 ed L5-S1 si osserva un'ernia discale posteriore, mediana che impronta il sacco durale. Non evidenti ernie e/o protrusioni discali ai restanti livelli esplorati. Cono midollare terminante a livello L1, di morfologia, dimensioni e segnale regolari.
R.A: edema subcondrale delle sincondrosi sacro-iliache di destra. Utile esecuzione di esame RM di dettaglio.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Scheletro e Articolazioni



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  
Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico


Potrebbe interessarti
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi
Scheletro e articolazioni
06 settembre 2017
News
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi