L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

04/09/2008 21:25:41

Protusioni e antero-listesi

Buongiorno, sono una sig.ra di 58 anni, da settimane ho dolori continui e molto forti alla schiena che si irradiano alla gamba destra e fornicolii alle dita. Dopo un forte attacco mi sono recata al pronto soccorso dove diagnosticatami una lombosciatalgia, mi è stata fatta un'iniezione, data una terapia per una settimana (sirdalud 2mg 2 volte al gg;tachidol 500mg 3 volte; soldesam 0.2% 60 gocce al giorno per 3 giorni e poi 30 gocce al giorno per altri 3 giorni) e prescritta una TAC.
Dopo la terapia il dolore è diminuito ma non cessato. Riporto l'esito della TAC lombosacrale:
"Sono stati esaminati gli ultimi 3 spazi discali.
Sfiancamento anulare del disco intersomatico L3-L4 senza ernie espulse nè stenosi foramino-canalari.
A livello L4-L5 lo spessore del disco appare ridotto; si conferma sfiancamento dell'anulus fibroso; non visibili ernie espulse. Limitata protusione intraforaminale più evidente a sn.
Rimodellamento della regione istmica L4-L5 con lieve antero-listesi.
A livello L5-S1 in quadro di completa usura discale si evidenzia protusione verosimilmente sottolegamentosa parzialmente calcifica posteriore paramediana dx che deforma leggermente il sacco durale. Il calibro dei forami è ridotto."
Ho preso appuntamento con un neurochirurgo ma è tra 2 settimane, il dolore è forte specialmente la notte. Inoltre soffro di metaplasia intestinale per cui le medicine per i dolori mi danno problemi a livello gastrico, nonostante i gastroprotettori.
Cosa mi consigliate di fare? Devo fare altri accertamenti (RM)? La fisioterapia o la manipolazione sono utili nel mio caso?
Vi ringrazio anticipatamente.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del07/09/2008

si la fisioterapia può essere utile, le manipolazioni in questa fase assai meno. Non so quanti il neurochirurgo possa o voglia intervenire visto che i danni sono presenti a più di un segmento. Valuti l'agopuntura, la rm non modifica granchè quello che già si è visto

Dott. Vincenzo Rollo
Casa di cura convenzionata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
Specialista in Medicina fisica e riabilitazione
LECCE (LE)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra