03/06/16  - Prurito diffuso - Allergie

03 giugno 2016

Prurito diffuso




Domanda del 03 giugno 2016

Domanda


Spett.li Dottori,
da un ano e mezzo circa soffro di un forte prurito che coinvolge varie zone del corpo. Solitamente affligge cuoio capelluto, una specifica zona delle mani (una zona immaginaria, dal lato del palmo, della dimensione del mignolo che prosegue sotto di esso fino al polso), la zona pubica con i peli, le gambe in zone diverse). Tale prurito non va via a meno che non assuma antistaminici con frequenza di 1 cp ogni tre giorni. Se cesso l'assunzione inevitabilmente ritorna. E' un prurito molto forte, tale da volersi strappare via la pelle, pertanto mi è impossibile vivere senza farmaco.
Le analisi del sangue generiche e specifiche non hanno dato alcun risultato significativo. Ho effettuato tutti i controlli di routine ed ho chiesto di fare tutte le analisi possibili del sangue. Ho effettuato una visita dermatologica, ma il sapone che mi è stato prescritto è risultato inutile. Ho visitato un allergologo, ma dopo una dieta di 15 giorni in cui ho assunto solo cibi che non provocano allergie, ho continuato a star male. Ho visitato anche un altro medico allergologo che, vista una parente di 1o grado affetta da celiachia in famiglia, mi ha detto di eliminare il glutine e vedere cosa succede. Dopo 6 mesi non c'è stato alcun miglioramento.
Il problema è che non so più a chi rivolgermi, e vorrei smettere di assumere antistaminici, anche perchè se lo dovessi fare a vita credo che sarebbe dannoso nonchè invalidante.
Vorrei chiedere quindi che tipo di ulteriori analisi potrei effettuare. Grazie.
Risposta del 10 agosto 2016

Risposta


Buon giorno,
la risposta che le darò è una risposta di medicina complementare, cioè non accademica. Verosimilmente il suo organismo deve eliminare molte più tossine di quanto riesce normalmente con l'urina, il sudore, la respirazione, il fegato e le feci; questo "surplus" in parte si accumula e in parte viene eliminato per vie alternative che, nel suo caso, è la pelle. in omotossicologia le condizioni come le sue sono trattate facilmente cercando di "drenare" queste tossine e di convogliarle nelle giuste vie di eliminazione. Quello che le posso dire, senza conoscerla, è di bere almeno 2200 ml di acqua non gasata al giorno, perché spesso la ridotta idratazione è una concausa di questo prurito.
Cordialità Dr Adda


Dott. Giampaolo Adda
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
Specialista in Medicina dello sport
MILANO (MI)

Il profilo di GIAMPAOLO ADDA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Allergie

Potrebbe interessarti