L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

31/03/2006 09:23:16

Pulsazioni cardiache percepite nelle orecchie

Vorrei conoscerne la causa. Mi succede da quindici giorni di percepire il battito cardiaco nelle orecchie, spesso la sera dopo cena, anche a letto, anche senza aver esercitato sforzo fisico. Può essere sindrome di Meniere in fase iniziale? Può essere collegato a ipertensione?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/04/2006

In effet è un pochino in sovrappeso, per cui potrebbe avere una iniziale sindrome metabolica, ma considerando l'età, e il disturbo da lei lamentato, potrebbe dipendere dalla tiroide, per cui farei accertamenti.
emocromo e formula, piastrine, transaminasi gammaGT,
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Calcitonina
Prolattina
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM

· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA

ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM

· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)

· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
saluti



Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Risposta del05/04/2006

nella mastoide, l'osso che ospita il nostro orecchio, passano anche due grossi vasi: l'arteria carotide interna ed il ginocchio della giugulare interna. a seconda del decorso più o meno superficiale di questi vasi è possibile percepirne la corrente circolatoria. ad una certa età, con l'indurimento fisiologico della parete delle arterie la trasmissione del suono risulta più facile a realizzarsi. se le pulsazioni seguono il ritmo cardiaco, cioè se seguono l'aumento o la diminuzione dei battiti cardiaci, non c'è molto da preoccuparsi. sarebbe il caso di eseguire un esame audiometrico ed un'impedenzometria per valutare la presenza o meno si secrezioni nell'orecchio medio che possono aumentare il disturbo. nel caso di negatività basterà assumere dei farmaci vasoattivi che, dilatando i vasi, diminuiranno il suo fastidio.

Dott. Luigi Alonzi
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Otorinolaringoiatria


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra