L'esperto risponde

Domanda di: Pelle

11/01/2006 18:00:30

Puntini rossi sul glande

Salve,
sono un ragazzo di 28 anni e ormai da 3 mesi ho un problema che mi crea non poca preoccupazione.
Il giorno sucessivo ad un rapporto sessuale protetto (ma orale ricevuto non protetto) la pelle del glande era molto irritata e rugosa, di colore rosso scuro. Avevo molto fastidio e prurito. Dopo alcuni giorni l'irritazione generale era passata lasciando spazio a piccoli puntini rossi e alla formazione di una patina bianca sul frenulo che dopo una settimana presentava un piccolo taglietto.
Il mio medico generico mi diagnosticò una micosi con sospetta candida, quindi mi diede 2 pastiglie di difulcan, pomata daktarin e lavaggi con pevaril. Dopo circa 3 settimane il risultato fu che la patina bianca era scomparsa ma la pelle era secca e si screpolava. Apparentemente tutto apposto ma durante il primo rapporto avuto dall'inizio della cura (con molto precauzione) il mio frenulo si ruppe ulteriormente.
Al cambio della pelle i puntini rossi erano ancora presenti. Ho effettuato tre visite da due dermatologi diversi che mi hanno liquidato dicendomi che non ho nulla perchè al momento della visita il mio pene (forse per l'agitazione) è molto ritratto e i puntini rossi non sono presenti. A tutt'oggi ho ancora i punti rossi leggermente in rilievo che sembrano accentuarsi in fase di erezione e la corona del glande è di colore leggermente violaceo.
Ho smesso di avere rapporti per la paura di contagio e sono alquanto angosciato per la mia situazione. Potreste darmi qualche consiglio?
Vi ringrazio per l'attenzione che vogliate dedicarmi.
Saluti.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del14/01/2006

Caro "agitato" amico, non penso tu abbia contratto una malattia venerea particolarmente contagiosa!
Probabilmente si tratta di Candidosi genitale (infezione superficiale da lievito) che passa con una terapia specifica come quella che tu hai eseguito. Spesso però gli stessi preparati che si usano per curare la Candida possono risultare irritanti per le pseudomucose genitali e creare quella secchezza di cui parli. Peraltro, se hai anche il frenulo corto, ti conviene eseguire una piccola incisione dello stesso che ti potrebbe liberare dal fastidio del continuo strappamento. Rivolgiti ad un Dermatologo che esegua anche piccoli interventi chirurgici oppure ad un Urologo.
Un saluto.

Dott. Maurizio Pallanti
Specialista convenzionato
Specialista in Dermatologia e venereologia



Altre risposte di Pelle


© RIPRODUZIONE RISERVATA