L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

19/03/2006 10:03:02

RADICOLOPATIA C8-T1

Egregio Dottore. A seguito di un incidente (alla fine del mese di ottobre) ho subito una rottura della clavicola, sterno e una distorsione del rachide cervicale. Ho portato per un mese il collare. Ho poi effetttuato un elettromiografia e mi è stata diagnosticata una comparsa di cervicobrachialgia sinistra con parestesie alle ultime due dita della mano e segni di radicolopatia C8-T1 sinistra, con persistente attività di denervazione. Successivamente ho eseguito una RM cervicale per vedere se era comparsa un'ernia ma l'esame ha dato esito negativo.
L'oropedico che mi ha seguita mi ha consigliato di fare delle punture di trinevrina B6 e prendere delle compresse di Meuraben unitamente a trattamento elettrico con Tens sul decorso del nervo ulnare sx. Purtroppo fino ad ora non ho ottenuto nessun miglioramente. Anzi, facendomi visitare da un altro ortopedico mi è stato detto che essendo la radice del nervo stirata e non essendo uscita un'ernia non ci sono altre possibili soluzioni. L'unica speranza è quella di aspettare altri due mesi e rieffettuare l'elettroniografia per vedere se la radice ha ripreso un'po di attività.
Purtroppo il dolore ormai è diventato costante e per questo vorrei sapere se lei pensa ci possa essere qualche altro rimedio (magari chirurgico). La ringrazio per la sua cortese attenzione.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del23/03/2006

Gentile signora,
non ho capito se il Suo disturbo consiste solo nel dolore oppure ha anche qualche disturbo del movimento all'arto superiore e a che livello.
Questi disturbi sono comparsi subito dopo l'incidente o a distanza?
Le consiglio di consultare un Neurochirurgo che visitandoLa potrà valutare la possibilità o meno di una esplorazione chirurgica del plesso brachiale e/o dei suoi rami.
Mi faccia sapere
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra