L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

20/12/2005 08:48:50

Ragadi

E’ circa un mese e mezzo che a volte, nel corso della giornata, ho – o almeno a me sembra – quella che viene di solito definita sensazione di ano “umido” senza però notare alcuna forma umidità (tranne a volte un po’ di sudore). Alcune volte, invece, anche se più raramente, ho la sensazione come se avessi qualcosa che mi da fastidio all’ano. Sempre raramente avverto un leggero prurito. Queste sensazioni le avverto quasi esclusivamente se sto in piedi o mentre cammino, molto raramente se sono seduto o sdraiato. Premetto che non ho dolori di alcun tipo, non ho disturbi intestinali (vado regolarmente al bagno e non soffro né di stitichezza né di diarrea) e non ho notato la presenza né di sangue né di noduli. Il medico di base, che mi ha visitato, ha notato la presenza di una piccola ragade e mi ha prescritto una settimana di cura a base di PROCTOSOLL e di FITOSTOMATOLINE. Devo dire che sono un pò scettico al riguardo, in quanto so che le ragadi provocano dolore, che invece io non ho. Peraltro, dopo una settimana della suddetta cura ho ancora i “fastidi” sopracitati. Vorrei avere un Suo parere al riguardo. Distinti saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del29/12/2005

in questo caso sarebbe dirimente una visita proctologica (la diagnosi è visiva).
Effettivamente le ragadi sono dolorose; vi sono ragadi meno dolorose ed in questo caso si associano a Morbo di Crohn che è una malattia infiammatoria cronica intestinale (colonscopia).
Cordiali saluti

Dott. Alberto Fantin
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia


Risposta del29/12/2005

in questo caso sarebbe dirimente una visita proctologica (la diagnosi è visiva).
Effettivamente le ragadi sono dolorose; vi sono ragadi meno dolorose ed in questo caso si associano a Morbo di Crohn che è una malattia infiammatoria cronica intestinale (colonscopia).
Cordiali saluti

Dott. Alberto Fantin
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra