L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

16/09/2008 23:58:25

Rapporti difficili con figlia di 10 anni

Buonasera, ho 40 anni e mia moglie ne ha 38, abbiamo una figlia di 10 anni.
Da qualche mese i rapporti con nostra figlia sono sempre più litigiosi. E' una bambina intelligente (ha sempre avuto voti ottimi a scuola) e molto sensibile. Ma non le piace rispettare le nostre indicazioni, non si impegna a rimettere a posto le sue cose e si pone sempre in contrasto per qualsiasi cosa; faccio alcuni esempi:
- si cambia i vestiti spessisimo;
- abbina ostinatamente i colori dei vestiti, con le scarpe, lo zaino della scuola etc.;
- vuole sempre vestirsi leggerissima anche se il tempo non lo consiglierebbe;
- non le piacciono più la maggior parte dei vestiti che ha (ne ha diversi xchè quest'anno è passata a Comunione...)
- vuole che la sua camera in ordine, ma non vuole farlo lei (porta in camera nostra i vestiti da ripiegare, le scarpe etc.),
- è molto gelosa della mamma, x i vestiti, la pettinatura etc.
- d'estate è voluta uscire tutte le sere ! (con noi od altri parenti).
- non vuole partecipare assolutamente alle piccole faccende domestiche in cui vogliamo coinvolgerla (tranne la preparazione dei dolci);
- è molto pignola x la scuola, e si approfitta della presenza della madre in casa (non lavora più da quando è nata lei), ad esempio si fa scrivere i temi dalla mamma, mentre lei li detta.
- i fine settimana sono "schifosi" se non sono divertenti (uscita con amici etc.).

Insomma c'è continuamente la possibilità di conflitto in casa e infatti quasi tutti i giorni succede qualcosa e a quel punto i litigi sono molto forti, ma lei non molla.
Purtroppo anche noi genitori non riusciamo sempre ad essere uniti nel rimprovero e la mamma a volte tende a prendere alla fine quasi le sue difese.
Vorremmo capire se non sia il caso di parlare tutti insieme con qualche esperto in materia x cercare di ristabilire una situazione che ormai ci sta sfuggendo di mano, o se sia più semplicemente un anticipo dell'adolescenza!!
Grazie in anticipo.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del22/09/2008

Per tutti i figli arriva il momento in cui si oppongono ai genitori per dimostrare a se stessi di essere capaci di autonomia. Sta a i genitori incanalare con saggezza questa fisiologica ribellione. E' anche una buona occasione per i genitori per domandarsi se lo stile di vita della famiglia sia quello più adatto alla crescita armoniosa. Troppe regole? Troppa rigidità? Poco dialogo? Poco ascolto? Forse la bambina cresce con modelli che privilegiano l'immagine esteriore alla sostanza. Voi come intervenite? Ragionando? Sgridando? O voi stessi avete questi modelli senza rendervene conto? Fare il genitore è molto difficile soprattutto in una società che dà messaggi confusi. Forse fareste bene voi genitori a consultare uno psicologo che si occupi di genitorialità: a volte è sufficiente qualche incontro senza la bambina per capire in che direzione andare nella relazione all'interno della famiglia.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra