L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

11/01/2007 19:32:48

Re: info

Salve,
sono un ragazzo di 20 anni e volevo esporre il mio "problema". Da sempre soffrivo di mal di stomaco fino a che due anni fa a seguito di ematemesi feci la gastroscopia con diagnosi di ulcera duodenale con HB, fatta la profilassi antibiotica tutto ok. Ulcera dovuta a stress (io condivido in pieno il parere medico......so di essere stressato) ma problema risolto. Altro problema è che ho sempre la pancia gonfia soprattutto dopo mangiato ho provato levopraid ma non ha fatto nessun effetto. un altro problema è che in caso di eccitazione sessuale ho delle secrezioni molto abbondanti e questo mi fa preoccupare perche quando avrò un rapporto il mio pene sarà bagnato e appiccicoso e non penso sia molto piacevole e arrivo subito all'orgasmo. La mia domanda è visto che sono molto stressato l'ulcera l'ha confermato è possibile che i miei due "problemi" siano dovuti ad un fatto psicologico anzichè fisiologico?? se fosse così cosa devo fare? come devo comportarmi? e se non fosse possibile che cosa dovrei fare?

Anticipatamente ringrazio e sicuro di una Vostra risposta porgo i più cordiali saluti

M.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del14/01/2007

L' Ulcera può essere determinata da uno stato di fondo ansioso, però non vanno ignorati anche altri fattori. Lei stesso dice che il problema è stato risolto con la terapia antibiotica, il che significa che la sua Ulcera aveva una origine di altro tipo, di tipo batterico. Anche il gonfiore dopo pranzo andrebbe capito: bisogna stare attenti a non voler vedere a tutti i costi cause psicologiche! E' più probabile che lei debba rivedere le sue abitudini alimentari ed eventualmente ricorrere a rimedi contro il gonfiore, non necessariamente farmaci come il levopraid, ma cose molto più banali e tranquille ma molto efficaci.
Ciò non toglie che lei abbia uno stato di Ansia relativo al suo corpo. Un corpo che non più quello dell'adolescente, ma quello di un uomo. Forse lei non è del tutto preparato ad affrontare con serenità e gioia la sua sessualità maschile, tant'è che ha preoccupazioni relative alla abbondanza di liquido spermatico, cosa invece assolutamente normale. Forse le manca una vera informazione relativamente a queste tematiche. Non so proprio come mai in una società che esibisce il sesso anche se si deve vendere un detersivo, succede poi che una vera educazione sessuale non si dia praticamente mai. Non basta infatti spiegare la penetrazione e i fatti della nascita. Ritengo che attorno alla sessualità possono nascere ansie, come lei dimostra, relative alla sensazione di inadeguatezza. E' normale che l'eiaculazione determini la produzione di una certa quantità (anche molto) di liquido spermatico. Il quale è sicuramente appiccicoso e bagnato. Anche la donna durante l'eccitazione sessuale produce un liquido vaginale che si mescola con quello spermatico. Questo aspetto "fastidioso" è superato se tra i due partner vi è autentico desiderio di incontro. La sessualità adulta comporta il superamento di aspetti di "disgusto" e "fastidio" proprio perchè c'è incontro tra persone. Credo che lei non sia ancora giunto ad una completa maturità affettiva e probabilmente non si è mai innamorato veramente, altrimenti avrebbe già trovato la risposta ai suoi dubbi. Non abbia fretta, le cose avvengono quando è il loro momento, Però nel frattempo si faccia una educazione sessuale e sentimentale più adeguata alla sua età. In bocca al lupo.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra