09/03/11  - RE: Ragade e Fistola Perianale. - Stomaco e intestino

RE: Ragade e Fistola Perianale.




Domanda del 09 marzo 2011

Domanda


Egregio medico in data 13/01/11 sono stato operato perchè accusavo dolori all'ano(il medico che mi visitò riscontro la lesione invitandomi all'intervento);purtroppo ancora "OGGI" i miei fastidi dopo circa 2 mesi non sono passati anzi sono peggiorati.
Questa la descrizione dell'intervento:
"SFINTEROTOMIA POSTERIORE CON ASPORTAZIONE DI PAPILLA IPERPLASTICA GIUNZIONALE,ASPORTAZIONE DI TRAMITE FISTOLOSO PERIANALE CIECO ESTERNO".
Il medico non avrebbe dovuto effettuare un esame istologico(so che é una routine),e perchè afferma in modo categorico ch'io non abbia un cancro rettale? Si circa un anno fa feci una colonscopia ma le cose cambiano da un giorno all'altro o mi sbaglio egregio medico?
Dall'anoscopia successiva all'intervento afferma ancora che la ferita é in fase di cicatrizzazione(assurdo parlare di ciò a 2 mesi di distanza dall'intervento,dunque mi spiego il dubbio che ho in mente e che forse sia preferibile andare direttamente al sodo effettuando una nuova indagine endoscopica al fine di valutare la problematica in OGGETTO
!Se la lesione non guarisce a "canto suo" dovrebbe nuovamente pulire lo sfintere con un nuovo intervento CHIRURGICO.
Può gentilmente inviarmi un suo parere circa questo caso che peraltro mi fa soffrire abbastanza o eventualmente citarmi un luogo di riferimento nelle zone dell'Emilia Romagna considerato che sono stato operato in una terra dove siamo circa 30 anni indietro rispetto al NORD e mi spiace dirlo la cara SICILIA
!PORGO IN ANTICIPO DISTINTI SALUTI
M.E.Z.(anni 30)
Risposta del 14 marzo 2011

Risposta


Devo dirle che spesso è dificile ottenere la completa cicatrizzazione di una fistola : molto dipende anche dallo stato dei tessuti circostanti. La ragade e la fistola non richiedono biopsie, non hanno nulla a che fare con il tumore. Se mai bisogna escludere che vi sia una malattia infiammatoria dell'intestino, ma questa è un'altra cosa. Due mesi non sono tanti, spesso ne occorrono molti di più. Deve avere fiducia nei medici che lo stanno curando

a href="http://www.dica33.it/Alberto_Tittobello?esp=7921" Alberto Tittobello /a
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)


Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Stomaco e intestino

Potrebbe interessarti
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Stomaco e intestino
28 settembre 2017
News
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Stomaco e intestino
15 settembre 2017
Focus
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Fusilli di kamut in crema di basilico e dadolata “caprese”
Stomaco e intestino
11 agosto 2017
Ricette
Fusilli di kamut in crema di basilico e dadolata “caprese”