L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

23/09/2008 14:06:49

Reiterata comparsa sangue occhio

Buongiorno,
il mio problema è una reiterata comparsa nel tempo, quasi mensile, di una notevole quantità di sangue nell'occhio sinistro.
Ho letto l'interessante risposta che il dott.Siravolo ha dato qualche tempo fa ad un lettore, consigliandolo, se la comparsa era recidiva, di "fare dei controlli ematici della coagulazione,delle piastrine,del fibrinogeno,della funzionalità epatica,della pressione arteriosa".
Chiederei, gentilmente, quali siano per la precisione nello specifico gli esami da richiedere.
Ringrazio fin d'ora per l'attenzione e la disponibilità.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del26/09/2008

Carissima,
deve effettuare i principali esami di laboratorio per lo studio della coagulazione :
Esame emocromocitometricocompleto con formula: permette di conoscere il numero delle piastrine e di tutte le altre componenti
Esame del sangue periferico al microscopio: permette di valutare grossolanamente il numero delle piastrine e, soprattutto la loro forma e dimensione.
Tempo di emorragia: permette di valutare, dopo aver punto il polpastrello o il lobo di un orecchio, il tempo necessario per l'arresto dell'emorragia
Tempo di Quick: permette di valutare in laboratorio il tempo necessario per la coagulazione del sangue. Valuta sopratturro le tappe finali della cascata coagulativa. Questo esame è conosciuto anche come tempo di protrombina o PT o INR.
Tempo di tromboblastina parziale, noto anche come PTT o aTTP che valuta la via intrinseca e le tappe finali della coagulazione
Dosaggio dei singoli fattori della coagulazione. Generalmente è disponibile sono in laboratori specializzati, e viene effettuato per confermare il sospetto di una carenza di uno o più fattori, in seguito al riscontro di alterazioni a carico del PT o del PTT.
Dosaggio di ATIII o degli altri inibitori della coagulazione: è effettuato soprattutto nel sospetto di Trombosi familiare o in giovani soggetti senza cause predisponenti a Trombosi venose e/o arteriose.



Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
http://www.beepworld.it/members/drsiravoduilio/
http://siravoduilio.it.gg

Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra