L'esperto risponde

Domanda di: Tiroide

03/02/2012 14:30:39

Responso ago aspirato

Gentile dottore
mia madre, di anni 52 ha da poco effettuato un esame ago aspirato, in quanto da circa quattro anni sono presenti noduli della tiroide. Il risultato è stato questo e sinceramente ci ha messi in apprensione:
CAMPIONE MODESTAMENTE CELLULATO, IN CUI SI OSSERVA SCARSA COLLOIDE, LEMBI DI TIREOCITI MONOSTRATIFICATI, CON RARE SCANALATURE (GROOVES) E PSEUDOINCLUSI NUCLEARI.
NEI LIMITI IMPOSTI DALLA SCARSA CELLULARITA' IL QUADRO CITOLOGICO POTREBBE ESSERE COMPATIBILE CON UN CARCINOMA PAPILLIFERO. SI CONSIGLIA ESAME ISTOLOGICO. Quest'esame è datato 05/01/12. Il 21/12/11 sono stati effettuati esami del sangue: TSH 0,87; FT3 1,90; FT4 13,3; hTg 59; CALCITONINA 5,2. Vorrei sapere il suo parere, e quali sarebbero i rischi di un carcinoma papillifero e come comportarci nel caso di un'eventuale positività. Grazie
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del03/02/2012

Di fronte ad un esame citologico di sospetto carcinoma papillifero la soluzione è esclusivamente chirurgica (tiroidectomia totale). L’esame istologico può essere effettuato esclusivamente sul pezzo operatorio ed è sicuramente meglio operare (correndo il rischio che il dubbio non venga poi confermato, ma l’esame citologico al giorno d’oggi è da ritenere estremamente affidabile) che tenere una lesione sospetta. La tiroide deve essere tolta completamente in quanto questa forma è poco aggressiva ma è frequentemente multifocale (piccoli nidi di cellule possono essere presenti anche negli altri noduli) inoltre se la diagnosi verrà confermata dovrà seguire una terapia radio metabolica che non può essere effettuata in caso di presenza di tiroide residua (bisognerebbe prima reintervenire chirurgicamente). Posso però rassicurarla del fatto che, se la cosa sarà correttamente gestita, la prognosi risulterà ottima. Contatti quindi un buon chirurgo esperto di patologia tiroidea.




Dott.ssa Maria Grazia Ferrari
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
Specialista in Medicina interna
Bologna (BO)
Risposta del10/02/2012

Il reperto da ago aspirato pone indicazione a tiroidectomia totale. La valutazione istopatologica del pezzo operatorio darà poi indicazione per i tempi successivi.




Dott.ssa Santina Capaldo
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
Lecco (LC)



Altre risposte di Tiroide


© RIPRODUZIONE RISERVATA