L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

27/06/2007 18:11:31

Richiesta di informazioni

Salve sono un ragazzo di 29 anni, le scrivo questa e-mail per chiederle delle informazioni, le spiego brevemente, sperando di essere chiaro, quanto mi è successo.
Verso metà marzo mi è stata diagnosticata una cistite (ho avuto tra l'altro anche la febbre alta) e dopo aver fatto l'analisi delle urine e l'urinocoltura è stata riscontrata la presenza dell'Escherichia coli. Al che mi è stato prescritto l'antibiotico (augmentin); a fine cura e dopo aver atteso 10 giorni ho rifatto l'urinocultura ed è risultato presente oltre a l'Escherichia coli, anche il Klebsiella pneumomiae (da precisare che dal manifestarsi dei primi sintomi ho interrotto i rapporti sessuali), al che mi sono stati nuovamente prescritti gli antibiotici, e dopo la cura ho rifatto le analisi i cui risultati sono stati tutti negativi.
A questo punto però la mia ragazza si è recata in ospedale per sottoporsi ad analisi ed in particolare ha fatto: l'uricoltura, il tampone vaginale, e il tampone uretrale, nonchè uroflussimetria e ecografia renale e vescicale (quest'ultimi esami non ancora fatti, ma in attesa di farli). Dalle analisi svolte è stata riscontrata la presenza di Ureaplasma urealyticum, mycoplasma hominis, nonchè la presenza di Streptococcus agalactiae (group B). In presenza di ciò ci è stata prescritta la cura di antibiotici quale il "bassado" (il dottore l'ha prescritta anche a me). Ora la mia ragazza deve rifare le analisi fra una decina di giorni in quanto la cura l'abbiamo finita.
Senonchè ho notato da 2 giorni la presenza sul glande di piccoli puntini rossi.
ORA mi chiedo, o meglio Vi chiedo:
1. Mi devo preoccupare per la presenza dei puntini rossi, oppure potrebbero essere semplici allergie o altro e quindi monitorare la situazione per poi rivolgermi da uno specialista solo se la loro presenza persiste?
2. E' opportuno che anch'io faccia le analisi fra 10 giorni, oppure basta che le faccia la mia ragazza (visto che le mie ultime analisi erano tutte negative, e soprattutto visto il fatto che non abbiamo avuto più rapporti sessuali)?
3.Se occorre che anch'io faccia le analisi, quali analisi dovrei fare per avere una situazione completa della presenza o meno di eventuali batteri (preferisco fare tutto ciò che c'è da fare per mettere una parola fine a tutto)?
Nell'attesa di una Vostra risposta, e sperando di essere stato chiaro, colgo l'occasione per porgerVi i miei più cordiali saluti

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/07/2007

1) i puntini rossi potrebbero essere solo dei fenomeni di irritazione del glande pr gli antibiotici usati o per la mancanza di rapporti;
2) e 3) non è indispensabile che lei esegua un controllo, ma se proprio vuole andare fino in fondo dovrebbe eseguire un tampone uretrale per ureaplasmi e micoplasmi.
cordialmente

Dott. Michelangelo Sorrentino
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra