L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

26/08/2004 21:47:13

Ritenzione ad un testicolo

Purtroppo ho una ritenzione ad un testicolo,negli anni passati nn avevo il coraggio di affrontare questo problema,un po per vergogna e un po per altre situazioni.HO IL SX E MI MANCA IL DESTRO.cosa posso fare adesso a 41 anni,posso avere figli?E PERICOLOSOß GRAZIE ANTICIPATAMENTE

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/09/2004

E' certo di avere un testicolo ritenuto e non una agenesia (vuol dire non avercelo proprio)? Se è ritenuto, è necessario un intervento che lo porti nello scroto (o quanto più giù possibile) perché questi testicoli hanno una probabilità di ospitare prima o poi un tumore molto più elevata di quelli in sede. QUESTO NON SIGNIFICA CHE LEI ABBIA UN TUMORE! Vuol dire solo che è più probabile!
Lo si porta fuori perché così lo si può controllare meglio con l'auto palpazione e quindi si può eventualmente fare più facilmente una diagnosi precoce.
Sulla fertilità, è presto detto: occorre uno spermiogramma per saperlo.
A peoposito della vergogna: ma stiamo scherzando? Noi urologi vediamo genitali esterni tutto il giorno, ci mancherebbe altro che la gente si vergognasse di farsi visitare da noi!
Cordialità

Dott. Sergio Bierti
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Risposta del02/09/2004

E' molto consigliabile asportarlo e per due motivi principali: a. il rischio di sviluppare un tumore è aumentato rispetto al normale; b. lì dov'è non serve a niente, anzi, fa anche qualche danno alla fertilità.

Dott. Massimo Maffezzini
Medico Ospedaliero
GENOVA (GE)


Risposta del03/09/2004

Non c'è nulla di cui vergognarsi. Un testicolo ritenuto è un problema anatomico di mancata discesa nello scroto. Il testicolo ritenuto in genere è non funzionante, perchè viene sottoposto a temperature troppo alte all'interno dell'organismo. L'altro testicolo dovrebbe essere sufficiente a darle una buona fertilità. Nel dubbio, esegua un esame che si chiama spermiogramma.
Il testicolo ritenuto presenta un rischio leggermente più elevato di degenerazione maligna. Andrebbe seguito quindi nel tempo, individuato (con ecografia o TAC). Ci sono inoltre degli esami del sangue che sono a volte marcatori di eventuale neoplasia testicolare (beta-HCH, alfa-fetoproteina, LDH). In quanto inutile, potrebe anche essere asportato per prevenzione.

Dott. paolo emiliozzi
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
ROMA (RM)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra