L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

25/09/2008 18:09:41

RM cervicale e possibbile cura

Gentili dottori, sono un ragazzo di 22 anni e circa 5 anni fa ho avuto un trauma al collo a causa di un impatto violento con un tubo metallico.
La RM cervicale fatta ai tempi evidenziò dei fenomeni disidratativi tra C3-C4, C4-C5, C5-C6 e C6-C7, agli stessi livelli piccola protusione discale laterale sia destra che sinistra con impronta del sacco durale.

A causa di ricorrenti dolori al collo e senso di rigidità ho ripetuto lo stesso esame a distanza di 5 anni e riporto di seguito il referto:

L'esame RM eseguito nelle sezioni assiali e sagittali (tecnica FRFSE, GR E FLAIR) nelle sequenze pesate in T1 e T2, ha mostrato disarmonico l'asse rachideo.
Iniziali eventi disidratativi su base degenerativa dei dischi intervertebrali.
Tra C3-C4 piccola protrusione discale mediana paramediana; improntato il sacco durale.
Tra C5-C6 accennato bulging discale a sede mediana paramediana sinistra.
Non aree di mielomalacia a carico del midollo.

Il medico di famiglia mi ha detto che non è necessario intervenire in alcun modo ma io ho paura che la situazione possa con il passare degli anni peggiorare.

Cosa mi consigliate, è necessario intervenire e in che modo?

Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/09/2008

Le consiglio vivamente una visita ortopedica.
Talore un collare portato per un periodo od una ginnastica posturale possono essere di notevole aiuto.

Dott.ssa Milena De Marinis
Universitario
Specialista in Neurologia
ROMA (RM)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra