L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

21/10/2007 14:11:33

Sanguinamento durante defecazione

Egregio Dottore,sono un ragazzo di 26anni.

Mi è capitato durante l'ultima defecazione, di emettere dall'ano del sangue (rosso scarlatto, poco denso). Tale perdita è durata solo per l'atto defecatorio. Niente dolore o fastidio, tant'è vero che non mi sono accorto della cosa finché non ho visto il sangue con i miei occhi.Nessun altro sintomo.

P.S. "E' da premettere che circa un anno fà esternamente all'orifizio anale avevo visibile una piccola emorroide indolore che poi col tempo e grazie all'aiuto di una pomata è come scomparsa (credo sia rientrata nell'ano).Inoltre devo aggiungerle che sono un ragazzo gay e che ho avuto 2 giorni fà un rapporto protetto anale con il mio ex ragazzo a distanza di 1 anno circa da rapporti in genere sempre di tipo anale.

Mi chiedevo se il sangue potesse dipendere dal rapporto anale (se pur a distanza di due giorni anche dall'ultimo atto defecatorio) , o dall'emorroide,o da entrambe le cose o da fattori estranei.Scusi del disturbo ma davanti al sangue mi sono lasciato impressionare e volevo sapere un suo parere.

Aspettando sue notizie.Cordiali saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/10/2007

La patologia emorroidaria è soggetta a recidive, soprattutto dopo trattamento non chirurgico. Traumi della regione anale, posizione prevalentemente seduta e dieta non appropriata (tipo cibi speziati) possono riacutizzare la situazione e comportare sanguinamenti per il passaggio del cilindro fecale. Consiglio dieta ricca di acqua ed evitare cibi speziati ed eventualmente l'aggiunta di olio di vaselina per ammorbidire le feci e ridurre il trauma; movimento ed eventualmente visita chirurgica specialistica per valutare il grado della patologia emorroidaria (se riacutizzata) per eventuale trattamento.
Distinti saluti

Dott. Riccardo Bellagamba
Universitario


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra