L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

22/07/2008 11:20:19

Scie luminose risposta

Buongiorno come gia vi avevo scritto ho questo problema da diversi mesi, di sera infatti quando è buio e ci sono luci dei lampioni o le luci delle macchine o le spie led degli apparecchi elettronici ecc.. mi succede che se giro lo sguardo da una parte all'altra queste luci mi lasciano delle scie dietro di se che non svaniscono subito come normalmente, è come se queste fonti luminose lascino delle scie luminose dietro di se che seguono i movimenti dei miei occhi. In piu mi da fastidio la luce forte come i fari delle macchine e quando c'è il sole forte ci metto molto per abituarmi.
come da voi consigliatomi ho fatto una visita del fondo dell'occhio ma non mi hanno trovato niente, tutto a posto, sia la retina che la pressione, in piu mi hanno ricontrollato gli occhiali che sono perfetti.
ora cosa mi resta da fare? puo essere causa neurologica?
ho letto in giro nel forum e ho paura che possa essere neurite ottica ( ritardo nella trasmissione dei segnali luminosi), quindi comincio ad agitarmi visto che leggo che puo essere associata a S.M. , vi prego ditemi cosa posso fare e se puo trattarsi di questa patologia, grazie un saluto cristiano.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/07/2008

Caro Cristiano,
è poco probabile che si tratti di neurite ottica, specialmente perché il fenomeno sembra bilaterale. Nel dubbio può fare un esame del campo visivo e degli esami elettrofisiologici (elettroretinogramma e potenziali visivi evocati), poi ci faccia nuovamente sapere.
Cordiali saluti

Dott. Federico Friede
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
FELTRE (BL)


Risposta del25/07/2008

Carissimo Cristiano,
tutto regolare,o verosimilmente tale,possono essere solamente fisiologicamente postimmagini.
Le immagini retiniche, una volta formatesi, hanno un periodo di sopravvivenza molto breve, durante il quale persistono sotto forma di post – immagini positive; nella vita quotidiana non ci accorgiamo di tale brevissima persistenza delle post- immagini, perché esse vengono continuamente cancellate dalle immagini successive. Al cinema, la sensazione del movimento e dello scorrimento è resa possibile dalla velocità della pellicola sufficientemente alta da consentire la fusione delle immagini prodotte e quindi la continuità della rappresentazione visiva.
Esistono anche post – immagini negative, testimoniate dall’apparizione di una macchia scura immediatamente successiva ad un forte abbagliamento da flash fotografico; ciò avviene perché lo stress retinico, provocato dall’impatto da luce così intensa, esaurisce le scorte pigmentarie dei fotorecettori che diventano incapaci, per qualche secondo, di far fronte ad ulteriori stimolazioni. Le post – immagini negative sono utilizzate nella pratica diagnostica per determinare il tipo di fissazione retinica nello strabismo.
E' chiaro che una visita oculistica completa con biomicroscopia retinica e del vitreo è necessaria per fugare problematiche di tali settiri!
Sono a sua disposizione per ogni chiarimento!!!


Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
http://siravoduilio.it.gg

Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra