L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

13/06/2006 22:36:03

Sclerosi o no?

Gentile dottore, ho 36 anni e dal 2004 effettuando una RMN di controllo x diversi disturbi,(tumore benigno al fegato) mi è stata riscontratoa la SM clinica ma non di fatto, in quanto all'esame obiettivo non c'erano riscontri x tale diagnosi. Da dicembre 2005 cominciano fastidi..poi tramutatosi in dolori all'arto inf. sx( plurioperato x incidenti stradali). Continui fastidi e dolori anche durante la giornata..ma cmq non durante il movimento(cammino). Arriviamo così all'aprile 2006, i fastidi aumentano e comincia anche un formicolio al piede sx e mano sx.Dopo visita neurologica mi ricoverano di urgenza ed effettuano tutti gli esami del caso, pensando alla patologia SM. gli esami son tutti negativi ma all'esame obiettivo mi confermano tale diagnosi. amareggiata da questo e molto + dolorante di quando son stata ricoverata(causa rachicentosi), ritorno a casa senza una diagnosi precisa e il medico che mi ha dimessa mi dice verbalmente che non è stata una crisi o infiammazione da SM, mentre durante il ricovero altri medici(ogni gg uno diverso) confermavano (AHIME') la SM. Sono al quanto confusa!!!
di seguito le scrivo l'esito di una visita obiettiva: l'esame obiettivo neurologico mostra una ipostenia agli arti di dx con livellamento alla prova di mingazzini agli arti di sx, ipoestesia superficiale agli arti di sx, ipoallestesia agli arti inferiori ed all'arto superiore sx.
Mi dica, se può, cosa devrei fare ora?
Nessun medico mi dice con chiarezza qual'è il mio problema..
Ringraziandola anticipatamente
i.b.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/06/2006

Gentile signora,

I criteri per la diagnosi di Sclerosi Multipla sono codificati a livello internazionale e sono basati sulla associazione di segni clinici, risultato di indagini strumentali (in particolare PEV e RMN encefalo) ed esame del liquor.
Nella descrizione del caso clinico, Lei non precisa alcune punti essenziali.

In particolare:
1) Referto della RMN;
2) Risultato dei Potenziali Evocati Visivi;
3) Esame obiettivo neurologico completo;
4) Eventuali parametri emato-chimici alterati.


Se potesse riportare i dati specificati, potrei darle qualche consiglio.

Cordiali saluti.



Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra