L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

02/08/2006 14:06:57

Sempre riguardo il virus della mononucleosi...

Dopo aver avuto i sintomi classici(Tonsillite anormale , con placche e muco , stanchezza e mal di milza.)...ma stranamente risultando negativo al monotest..mi hanno fatto fare la ricerca degli anticorpi dell'Epstein Barr durante il culmine dei sintomi..

ora mi sono ripreso.. tonsille son tornate normali..anche si mi è rimasta un po' di stanchezza...

ho risultati relativi all'esame
Anticorpi Virus Epstein Barr IgG 319u/ml
Anticorpi Virus Epstein Barr IgM assenti

cosa significa igg o igm???
ora devo rifare l'esame per vedere se si sono abbassati?

grazie per l'eventuale risposta...

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/08/2006

IGg positività infezione pregressa
IGm positività infezione attuale e/o molto recente, comunque inm attività

Dott. Ettore Mazzoni
Medico Ospedaliero


Risposta del05/08/2006

Per prima cosa il monotest, può essere risparmiato, non è assolutamente attendibile.
Se non esegue una terapia adeguata, il virus rimarrà indisturbato nel suo organismo.
La differenza fra IgG e IgM, era valida molti anni fa, quando ancora l’immunologia non era stata studiata; ma con le conoscenze attuali, si conoscono benissimo tutte le caratteristiche di questo virus e tutti i processi che intervengono nell’infiammazione e nel riconoscimento dell’antigene.
La stanchezza che le è rimasta, è l’iniziale sindrome da stanchezza cronica/ Fibromialgia e la dimostrazione della presenza del virus, che lentamente uccide le cellule dentro le quali vive, inoltre ha la possibilità di produrre proteine che lo rendono non più identificabile dal sistema immunitario. Tutto questo conduce molto lentamente ai possibili guai che il virus ha la proprietà di provocare.
Qui le metto la risposta che ho messo ad un’altra domanda riguardante il virus di Epstein-Barr:
“ha contratto molto tempo indietro, la Mononucleosi , causata dal virus di Epstein-Barr, che ha a caratteristica di rimanere latente nelle cellule dell’organismo, soprattutto quelle del sistema linfatico. In letteratura internazionale, è messo in relazione non solo con la Fibromialgia , sindrome da stanchezza cronica, tiroiditi, Sclerosi Multipla , linfomi, ma molto probabilmente è in relazione con molte altre patologie, visto che con il temo se ne aggiunge sempre qualcuna. Questo è il motivo fondamentale per cui va portato via immediatamente, appena se ne riconosce la presenza, ma per fare questo, occorrono esami e farmaci che solo la medicina biologica possiede. Con questo intento, da molti anni, sfruttando la integrazione fra medicina convenzionale, immunologia, la più recente ricerca scientifica, medicina biologica, ho strutturato una metodica personale, per individuarlo precocemente, seguirne la rimozione, controllare la sua eliminazione. Ma non solo avere in tempo reale, una situazione dell’organismo della persona in esame, conoscere il funzionamento dell’asse HPA, Hypothalamic Pituitary Adrenal axis nelle sue funzioni, la PNEI, psiconeuroendocrinoimmunologia, che può essere alterato dalla presenza del virus, da qui i suoi disturbi: “dismenorrea,menometrorragia”; mentre “dolore agli arti superiori ed inferiori,” derivano dalla possibilità che il virus di diminuire un neurotrasmettitore chimico cerebrale, per cui i dolori vengono avvertiti in maniera accentuata; l’” emicrania,” deriva dall’interessamento cerebrale del medesimo. Poiché il virus può causare le tiroiditi, anche questa ghiandola va controllata, ma in maniera precisa, senza tralasciare alcun risultato.
Come vede, poiché la Mononucleosi è di difficile diagnosi immediata, la sintomatologia, molto spesso assomiglia ad una banale Influenza , tonsillite, una metodica che individui la sua presenza, attua una prevenzione veramente importante, anche nei bambini, i quali con il tempo potrebbero manifestare sintomi importanti per la presenza di questo virus.
Ancora più importante è la sua eliminazione. Con questo lei sa benissimo che il virus non solo può essere intercettato precocemente, ma altrettanto precocemente, può essere portato via, come tutti gli altri virus.”
Saluti Alberto Moschini



Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra