L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

02/11/2000

Senso di perdita della realtà e disattenzione

Salve ,
mi chiamo Francesco scrivo perchè da tanto tempo soffro di disturbi intestinali ho 24 anni già all'eta di 18 anni in seguito ad una indigestione non sono riuscito più a riprendermi definitivamente i dottori locali mi hanno detto che la cosa non era recente ma era lo sfogo di un qualche cosa che già da tempo non funzionava.
I sintomi all'epoca erano senso di gonfiore affaticamento anche sonno fino alle forti scariche di diarrea,
dopo la diarrea provavo un senso di sollievo che però corrispondeva anche ad una scarsa concentrazione mentale e a uno scoordinamento dei movimenti.Tutto ciò si ripeteva tre o 4 volte al
giorno era il periodo scolastico dei miei esami di maturità e non può capire cosa ho passato.
La cosa chiaramente aveva avuto origine dal forte stress che subivo soprattutto per i grossi problemi famigliari che ancora ho.
Ho fatto varie analisi tra le tante clisma opaco, gastroscopia e tutte le analisi del sangue collegate all'intestino ma non ho riscontrato nulla tranne che con la gastroscopia, che mi ha riscontrato una gastrite biliare antrale.
Dopo vari tentativi di cura ho trovato molto sollievo in un farmaco di cui non ricordo il nome il quale diminuiva i succhi gastrici nello stomaco questo l'ho preso per circa un anno e devo dire che ho avuto un grosso miglioramento però avevo dei brutti effetti collaterali.
Finche un giorno non sono andato in erboristeria dove ho travato un associazione di erbe davvero eccezionali.
L'ho preso per tantissimo tempo e da circa un anno ho smesso di prenderlo
A tutt' oggi però ho ancora qualche disturbo grave difatti se alla mattina non vado in bagno, ma ci vado ad esempio alle 14, dopo circa un ora, e quindi alle 15, ho un calo di forse enorme che si trasforma in un senso di smarrimento come una perdita di contatto con la realtà che mi impedisce di lavorare bene come un senso di oppressione che si ripercuote sulla mia attenzione ,come un cerchio alla testa,un annebbiamento della vista.
Tutto ciò accade anche se ad esempio a pranzo mangio cose elaborate o grasse mentre se a pranzo mangio quasi nulla e alla mattina alle 8 prima di andare al lavoro vado in bagno nel pomeriggio mi sento bene.
I sintomi sono davvero strani e spesso tra i tanti dottori che ho consultato qualcuno mi ha detto che era gastrite di un manifestarsi molto strano,
Da perfetto ignorante in materia non è che alla fine centra anche il colon infondo la irregolarità intestinale può dipendere anche da lui.
Faccio presente che non fumo non bevo alcool non mi drogo e il caffè e il latte mi fanno sentire malissimo Ultimamente ho avvertiti dei dolori poco sopra l'ombelico forse era il colon?
E' possibile che alla fine non era la gastrite ma era il colon e perché questo sintomo cosi strano della perdita di contatto della realtà con perdita di attenzione.
Vi ringrazio a voi tutti del tempo che vi sto rubando spero che saprete darmi qualche indicazione

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/04/2002

si tratta di un disturbo d' Ansia di competenza non gastroenterologica. Consulti uno psicologo.

Dott. ANTONIO MARRAFFA
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra