L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

15/01/2007 18:12:05

Sindrome di Gilbert e colon irritabile

Ho 30 anni e dopo alcuni accertamenti fatti per un dolore presente da alcuni anni alla parte addominale dx (clisma emocromo,urine,e colonscopia solo fino al tratto traverso per intestino troppo convoluto )
il tutto negativo quindi i medici dichiarano la sindrome da colon irritabile ma io ho una grossa paura di avere qualcosa di piu' grave ,il clisma ha evidenziato l'appendicite rivolta verso l'alto e intestino piuttosto convoluto.
il dolore persiste ancora ma a giorni prendo fermeti lattici ed al bisogno buscopan o a volte cicli con normix(disinfettante intestinale)
con l'esame del sangue si vede una patologia grave(tumore)quali valori dovrebbero essere alterati?
siccome sono appassionato di medicina e leggo spesso volumi medici sono a conoscenza del marcatore CEA (antigene-carcino-embrionale )e' attendibile?
il clisma penso sia sufficiente oppure e' meglio riccorrere ad altri studi il problema che i medici che mi hanno visto non mi hanno dato risposte precise ma ogni volta mi dicono "potrebbe essere colon irritabile"
lei cosa ne pensa?
che relazione c'e' tra la sindrome di Gilbert di cui siffro e il colon irritabile? il dolore puo' essere provocato dalla sindrome di Gilbert?
Grazie di cuore e a disposizione per eventuali chiarimenti
F.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/01/2007

Gentile Signore, La ringrazio per la fiducia mostrata nel chiedere direttamente a me una risposta ai suoi problemi. Devo però dirLe che ormai da molti anni, forse troppi, mi occupo esclusivamente di chirurgia della mano e dell'arto superiore, dirigendo anche una struttura che si occupa di questa specialità. Giro pertanto la Sua richiesta ai colleghi che quotidianamente si occupano dei problemi da Lei descritti e che sono sicuramente più aggiornati e ferrati di me sull'argomento, nella speranza che possano aiutarLa.
Nel ringraziarLa ancora Le porgo i miei più cordiali saluti.
Prof. Enrico Margaritondo
Chirurgo della Mano

Prof. Enrico Margaritondo
Specialista in Chirurgia d’urgenza
ROMA (RM)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra