L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

28/04/2006 18:20:51

Sinusite

Facevo immersioni subacque da almeno 15 anni ma da qualche anno riscontro che mi vengono forti dolori sopra l'occhio sinistro, solo dopo avere provato a immergermi. L'ultima volta a giugno scorso mi sono immerso ad una prof. max di mt 15 tutto ok. Una settimana dopo ho accusato per un periodo di almeno tre settimane almeno 1 volta al gg questi dolori.Ad agosto ho riprovato ad immergermi non sono riuscito a fare la discesa a 8/9 mt di profondità ho dovuto abortire l'immersione. Ho provato altre volte ma idem. Come posso curarmi ? Cosa posso fare per ritornare ad immergermi di nuovo ?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del01/05/2006

Bisogna sempre individuare le cause che determinano i sintomi vaghi e aspecifici, come quelli che lei presenta, per fare questo, ho a disposizione esami strumentali che mi conducono nel ragionamento diagnostico, e terapeutico, riuscendo in breve tempo una/due ore a poter fornire spiegazioni. Il sistema immunitario provoca sintomi particolari per comunicare il suo disagio, una esatta interpretazione di questi, conduce alla soluzione. Molto probabilmente, secondo la mia esperienza, una infezione virale, come cytomegalovirus, ma altri possono provocare tale sintomatologia.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Risposta del01/05/2006

Se i dolori che lei accusa compaiono solo dopo un'immersione, ossia dopo aver effettuato la manovra di Valsalva che i sub compiono per compensare la pressione dell'acqua man mano che scendono, è possibile che, detto in parole semplici, dell'aria venga spinta nei seni paranasali e da lì - per ragioni anatomiche - non riesca più ad uscire per un effetto valvola. Una situazione di questo genere si può verificare più facilmente se la respirazione nasale non è ottimale (è per caso peggiorata da quando non riesce più a fare immersioni?).
Questa, che è solo un'ipotesi avanzata sulla base dei suoi sintomi, va confermata da una visita otorinolaringoiatrica, che potrà stabilire se sia necessario approfondire le indagini mediante TAC per svelare situazioni favorenti sinusiti barotraumatiche.

Dott. Francesco Gedda
Medico Ospedaliero
Specialista in Otorinolaringoiatria
TORINO (TO)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra