L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

18/05/2006 20:39:51

Situazione complicata ma non spaventatevi!!

Salve,

da tre anni soffro di reflusso gastro-esafogeo e cattiva digestione,
ho preso inibitori di pompa senza alcun risultato.
questo reflusso è documentato da ben tre gastroscopie, due ph metrie e una manometria.

sono allergica agli acari della polvere, ai pollini e al pelo di cane e gatto
documentate da prick test.
A causa di qst allergie soffro di oculo-riniti allergiche.

sono inoltre intollerante al lattosio.

circa due anni fa in seguito alle analisi del sangue ho scoperto di avere avuto
la mononucleosi che nn mi era stata diagnosticata e di conseguenza non curata.
questo ha indebolito il sistema immunitario per cui sono soggetta anche a ricorrentissime
influenze e ad acute sinusiti, otiti, rino-faringiti, e laringo-tracheiti, salpingiti.

Ho sempre i linfonodi gonfi.

sono stata ricoverata 8 volte per accertamenti tra i quali anche una colonscopia
che ha evidenziato delle alterazioni aspecifiche per il Crohn che era stato
precedentemente sospettato.
non c'è sangue nelle feci ma è presente muco.

Negli esami del sangue c'è la bilirubina alta.

Da due mesi ho sempre la febbre che non scende mai al di sotto di 37°
e alcune volte arriva a 39° e in generale è sui 37,5°.
Soffro di nausea soprattutto dopo il pranzo senza mai però vomitare.
Ho spesso brividi di freddo.
Ho sempre senso di instabilità,vertigini e capogiri, talvolta
particolarmente violenti (che durano almeno 15 minuti) a tal punto da
perdere completamente l'equilibrio.

Ho la pressione bassa.
Soffro di risentimenti sinuali e rino-faringiti acute
Ho senso di stordimento e molta stanchezza da non riuscire a
camminare e parlare senza avere il fiatone.

per qst sintomatologia, negli ultimi due mesi ho assunto
l'antibiotico Keraflox, per 10 giorni spray nasale Localyn rinologico,
Locabiotal, per 10 giorni Flaminase antinfiammatorio,
Lucen da 40 mg, Gaviscon, Aerius antistaminico,
Carnydin, Intrafer (per la sideremia bassa).

Tutti qst farmaci non mi hanno portato a nessun risultato positivo poichè la
mia situazione attuale è ancora questa.

Inoltre ho il ciclo irregolare che dura anche 25 giorni,
con forti dolori al ventre e alla schiena.

Vorrei sapere come posso far scendere qst febbre (gli antipiretici non hanno
effetto) e quale possa esserne la causa.
Come poter uscire da questa situazione di debolezza estrema del sistema immunitario?
Cosa posso fare per arginare il reflusso, i capogiri, le vertigini e la nausea?

Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/05/2006

Gentile signorina,
Lei è molto sottopeso. Probabilmente la sua alimentazione è molto carente, e questo, al di là della Mononucleosi , che è una malattia molto diffusa, è certo la causa principale della sua debolezza (suscettibilità alle infezioni, capogiri, vertigini e quant'altro).
Quindi si alimenti adeguatamente, facendo pasti piccoli, frequenti e molto calorici con abbondanza di frutta non fibrosa
La nausea la sopporti; fortuna che non vomita!
Quanto alla terapia antibiotica, i principi generali indicano la necessità di cambiare antibiotico quando questo si rivela inefficace dopo un impiego congruo per durata e posologia. Ove la sede dell'infezione non consenta un antibiogramma, la scelta va effettuata sulla base di probabilità relative agli agenti infettanti comunemente responsabili dell'infezione sospettata, probabilmente, in questo caso, una Sinusite . Potrebbe andar bene il Rocefin endovena, ma occorre fare gli accertamenti necessari per escludere una reazione allergica.
Spero di esserle stato utile. La saluto cordialmente.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del21/05/2006


La sua sintomatologia è caratteristica di una infezione da Epstein-Barr, infatti, circa due anni fa, in seguito alle analisi del sangue, ha scoperto di aver avuto la Mononucleosi , “che non mi era stata diagnosticata e di conseguenza non curata.” (in medicina convenzionale, non esiste terapia per la Mononucleosi ); “questo ha indebolito il sistema immunitario per cui sono soggetta anche a ricorrentissime
influenze e ad acute sinusiti, otiti, rino-faringiti, e laringo-tracheiti, salpingiti.” Infatti, il virus provoca una lenta immunodeficienza. Ma quando si è verificata la malattia? Potrebbe anche essersi verificata quando lei aveva quattro anni, una Influenza , tonsillite, “ Mal di gola ”, poteva essere una Mononucleosi . Ogni volta bisogna stare molto attenti, fare una diagnosi accurata, per escludere una malattia simile. Infatti una terapia adeguata, biologica, in quell’occasione, le avrebbe evitato tutti i guai che attualmente sta vivendo. Infatti con la medicina biologica, non solo è possibile diagnosticare la presenza del virus di Epstein-Barr, ma anche curare la malattia e essere sicuri che il sistema immunitario ha effettivamente portato via il virus, che naturalmente può rientrare, ma ogni volta, il sistema ha maggiori possibilità di difendersi. Infatti gli antibiotici, spesso usati a sproposito, non hanno nessuna Influenza sui virus,anzi, sterilizzando la flora intestinale buona, abbassano le difese di una parte del sistema immunitario importantissimo. Molti virus e batteri entrano proprio nell’organo gastrointestinale. Pertanto prima del loro uso, va sempre fatta una diagnosi esatta con la medicina quantistica, che ha la possibilità di individuare esattamente l’agente patogeno e dove questo svolge la sua azione.
Il fatto che la Mononucleosi sia una malattia molto diffusa, non giustifica assolutamente la trascuratezza con cui viene trattata, infatti il virus di Epstein-Barr, è pericolosissimo, va sempre portato via il più velocemente possibile,appena sia stato individuato.
Cercherò di spiegare la progressione dei suoi sintomi, la cui causa iniziale, certamente è stata la Mononucleosi . Infatti tutto questo è ben descritto in letteratura internazionale.
La Mononucleosi , determinata dal virus di Epstein-Barr, molto lentamente ha provocato, molto lentamente, non solo una lenta immunodeficienza ma anche una infiammazione asintomatica subclinica. In risposta a questa, in sistema immunitario ha cambiato la sua risposta linfocitaria, verso le allergie. In cui l’allergene ha importanza solamente scatenante, ma il problema va ricercato nella infiammazione persistente, Mononucleosi , che ha modificato la risposta linfocitaria. Ogni volta che si presenta una infezione, rispondono i linfociti Th1, ogni volta che si presenta un allergene, rispondono i linfociti Th2. Infezione, Th1, allergia Th2. Ma per la persistenza dell’infiammazione, la produzione anomala di citochine, i trasmettitori fra linfociti, la bilancia Th1/Th2, si sposta verso i Th2. Per cui per un meccanismo perverso, ad ogni infiammazione, il sistema non risponde più con i linfociti Th1, ma con i Th2, allergia. In questo caso, si cercano gli allergeni, si combattono gli allergeni, ma il problema risiede da tutta un’altra parte, per risolverlo, bisogna risolvere la Mononucleosi , ed eliminare il virus di Epstein-Barr. Successivamente, per un semplice principio di patologia generale, in cui in ogni punto di infiammazione, si verifica un aumento del Ph, acidosi, poichè questo stato, non è compatibile con la vita delle cellule, l’organismo deve alcalinizzare, riportare il Ph a livelli fisiologici. Per fare questo, prende le basi da altre zone, provocando, fra l’altro, sintomi vaghi e aspecifici, che accompagnano tutta la patologia. La via più veloce per effettuare questo meccanismo è lo stomaco, dove in condizioni fisiologiche, nel suo interno, il Ph è acido, quindi è compatibile con la vita delle cellule. Ad ogni molecola che viene prodotta di acido, corrisponde una molecola di base, che si riversa nel sangue, andando a tamponare l’acidità della zona dell’infiammazione. Quindi una molecola di acido, una molecola di base, ma il contenuto dello stomaco, lentamente viene ad essere maggiormente acido, quindi “da tre anni soffro di reflusso gastro-esafogeo e cattiva digestione,”; Gastrite , Ernia iatale , Esofagite , impianto di Helicobacter Pylori. A questo punto, se intervengo con sostanze alcalinizzanti, o invertitori della pompa, “ho preso inibitori di pompa senza alcun risultato.”; non solo non ottengo risultati, ma ottengo acidità nella zona di infiammazione, accentuandola. Diventa un circolo vizioso. Un aumento di tutta la sintomatologia allergica, “sono allergica agli acari della polvere, ai pollini e al pelo di cane e gatto
documentate da prick test.
A causa di qst allergie soffro di oculo-riniti allergiche.”. Lei diventerà sempre più allergica. Aumenterà sempre più l’infiammazione, anche in altre zone, “sono stata ricoverata 8 volte per accertamenti tra i quali anche una colonscopia
che ha evidenziato delle alterazioni aspecifiche per il Crohn che era stato
precedentemente sospettato.
non c'è sangue nelle feci ma è presente muco.” A questo punto viene anche interessato il fegato, “Negli esami del sangue c'è la bilirubina alta.”.
“Ho sempre i linfonodi gonfi. Da due mesi ho sempre la febbre che non scende mai al di sotto di 37°
e alcune volte arriva a 39° e in generale è sui 37,5°.
Soffro di nausea soprattutto dopo il pranzo senza mai però vomitare.
Ho spesso brividi di freddo.
Ho sempre senso di instabilità,vertigini e capogiri, talvolta
particolarmente violenti (che durano almeno 15 minuti) a tal punto da
perdere completamente l'equilibrio.”
Con tutto questo lei non riesce ad alimentarsi adeguatamente, ottenendo una alimentazione carente, che accentua la problematica, ma basta risolvere adeguatamente la causa che ha innescato tutto il problema, la Mononucleosi , sicuramente, otterrà un notevole beneficio, anche per il peso corporeo.
”Ho la pressione bassa.
Soffro di risentimenti sinuali e rino-faringiti acute
Ho senso di stordimento e molta stanchezza da non riuscire a
camminare e parlare senza avere il fiatone.”

Un peggioramento completo, derivante dall’iniziale infiammazione e dalla presenza del virus, che ormai, completamente libero, per l’uso inappropriato di antibiotici, di farmaci contenenti cortisonici, sta cominciando a provocare guai seri “per qst sintomatologia, negli ultimi due mesi ho assunto
l'antibiotico Keraflox, per 10 giorni spray nasale Localyn rinologico,
Locabiotal, per 10 giorni Flaminase antinfiammatorio,
Lucen da 40 mg, Gaviscon, Aerius antistaminico,
Carnydin, Intrafer (per la sideremia bassa).”
Infatti questi farmaci non hanno avuto nessun effetto, anzi, “Tutti qst farmaci non mi hanno portato a nessun risultato positivo poichè la
mia situazione attuale è ancora questa.”
“(gli anti-piretici non hanno effetto)”, anche loro abbassano le difese immunitarie, impedendo al sistema quelle poche risorse che ancora gli rimangono. Gli antipiretici possono essere definiti anti-sistema immunitario.
“Vorrei sapere come posso far scendere qst febbre, e quale possa esserne la causa.
Come poter uscire da questa situazione di debolezza estrema del sistema immunitario?
Cosa posso fare per arginare il reflusso, i capogiri, le vertigini e la nausea?”
La causa, è il virus di Epstein-Barr, che crea una lenta, ma inesauribile immunodeficienza, ma non solo, sindrome da stanchezza cronica, Tiroidite , che va cercata, la terapia è causale, informare il sistema immunitario della presenza del virus, o di altri virus che nel frattempo sono entrati ed albergano indisturbati nell’organismo. Agire sulla malattia che ha iniziato tutta la patologia, Mononucleosi , individuare altre patologie che nel tempo si sono instaurate. Tutto questo può essere eseguito con gli esami strumentali di medicina convenzionale, biologica, quantistica, che ho in studi


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra