L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

30/09/2004 10:15:38

Solo ansia?

Da tempo sto cercando di curare alcuni sintomi che oltre a crearmi problemi nel lavoro mi stanno
preoccupando sempre più.
La giornata inizia con una stanchezza generalizzata e difficoltà ad alzarmi dal letto.Avverto spesso mal
di testa e un senso di formicolio alle braccia ed agli arti inferiori con presenza di debolezza alle gambe.
Mi sento la parte posteriore-alta della testa particolarmente sensibile perfino a piccoli "colpi" e
sensazioni di vertigini.
TUTTO CIO' MI ALLARMA PARTICOLARMENTE CREANDOMI ANCHE Ansia che produce
una sorta di circolo vizioso.
I vari controlli (analisi, elettroencefalogramma e quant'altro utile a capire l'origine dei sintomi) non
hanno evidenziato alcunchè.
Il mio medico neurologo mi ha diagnosticato una "SINDROME FIBROMIALGICA DA NEUROSI
D' Ansia ".
Ho sostenuto una terapia con 1/2 pastiglia al matt. di SEREUPIN ed ho preso diversi mesi (quasi
OTTO), ansiolitici e samyr 400 mg una volta al giorno.
Anche se in principio ho trovato un leggero giovamento, i sintomi non sono mai del tutto scomparsi.
Attualmente prendo soltanto 1/2 sereupin al mattino (da circa 40 gg.) .
Il senso di debolezza ed i sintomi sopra descritti alle gambe ed alle braccia mi creano notevoli disagi
nel lavoro che svolgo, che richiede particolare dinamismo ed efficienza.
(sono direttore di attività commerciali).
Se utile, come ulteriore informazione, molti anni fa (circa venti) ho avuto un forte trauma cranico a
seguito di un grave incidente stradale (sensa perdita di conoscenza).
Poichè ritengo di NON essere depresso ed il perdurare di tali disturbi con cure senza esito mi creano
Ansia ed instabilità dell'umore LE SAREI MOLTO GRATO SE PUO' INDICARMI UNA SUA
OPINIONE CON UNA STRADA DA SEGUIRE.
Cordiali saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del03/10/2004

Le consiglio un esame neurologico, l'esecuzione di esami di laboratorio e strumentali (velocità di conduzione dei nervi periferici), un'occhiata alla sua pressione arteriosa durante il giorno ed anche uno studio del suo circolo cerebrale con metodiche non invasive.
Lascerei al momento da parte la "SINDROME FIBROMIALGICA DA NEUROSI D' Ansia ".



Prof. Milena De Marinis
Universitario
ROMA (RM)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra