L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

20/10/2006 10:45:33

Sono pazzo?

Salve, ho 30 anni, sono ancora sessualmente inattivo e grosso. ho molti conoscenti e pochissimi amici, anche se questo non lo trovo un disagio, lavoro 8 ore al giorno e passo la mia settimana a fare lavoro/casa/lavoro/scout. a casa mi rinchiudo nella mia camera e navigo in internet o gioco al pc. riesco a socializzare in gruppi piccoli ma non riesco a farmi avanti con una donna.
da qualche tempo mi sto domandando se realmente soffro di disturbi depressivi. ho dato un'occhiata ai sintomi, e con meraviglia, mi sono accorto che 9 sintomi su dieci corrispondono. che significa questo? a chi mi posso rivolgere? sono un po' preoccupato, forse e' realmente venuto il momento di correre ai ripari, o sono dei sintomi derivati dalla stanchezza? si perche' non vado in ferie da circa tre anni, e dire che sono un Agente di viaggio. so' che non potete darmi cure per email, ma gradirei un vostro consiglio affinche' possa essere un po' piu' felice.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del23/10/2006

La stanchezza effettivamente può indurre a ridurre la vita di relazione a vantaggio del riposo, ma lei non parla di stanchezza, parla di aspetti della personalità che ora lei non tollera più.
Lei si accorge di essere ancora giunto a quella maturazione affettiva che permette una vita di relazione soddisfacente anche dal punto di vista sessuale.
E vorrebbe sbloccare la situazione che, più procede, più la isola dai suoi coetanei.
Per fare una diagnosi bisogna valutare alcuni parametri che solo con una visita diretta si possono confermare.
Inoltre cure via internet non si possono proprio dare!Sarebbe una grande superficialità da parte del medico che, invece, deve farsi carico direttamente della cura proprosta in un rapporto diretto di fiducia con il paziente.
Incominci a rivolgersi ad uno specialista per porre una diagnosi sicura, poi valuterà il da farsi.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra