L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

21/12/2006 18:31:38

SPASMOFILIA O ALTRO ?

Egregio dott.re, ho 39 anni e dopo tanto girovagare tra specialisti: neurologi, psichiatri, psicologi, fisiatri, finalmente (forse !!!), dopo aver effettuato degli esami di laboratorio che evidenziavano una calciuria di 429/ mg/24h e un E.M.G., si è arrivati ad una diagnosi di “tetania latente compatibile con la diagnosi clinica di spasmofilia” e mi veniva consigliata una terapia con Calcium e Didrogyl.
Nonostante la lunga terapia, la sintomatologia non regrediva e inoltre si complicava con ripetute crisi di panico/ansia, tali da ricorrere alle cure del Pronto Soccorso. Successivamente mi sottoponevo nuovamente a E.M.G con esito:”dopo ischemia ed in corso del 2° min. di iperventilazione, comparsa di abbondantissima attività spontanea di tipo tetanico. Conclusione tetania latente.” Gli esami ematochimici evidenziavano ancora una calciuria di 445 mg/24h. Nuova terapia con Didrogyl e Effercal.
Negli ultimi giorni, ho avuto un ulteriore attacco di panico e al Pronto Soccorso, dopo avermi fatto un prelievo del sangue per il monitoraggio degli enzimi cardiaci, hanno riscontrato tutto nella norma tranne il Ck-Nak a 316 u/l. (nei giorni precedenti non ho fatto sforzi a livello muscolare).
Considerando che caratterialmente sono un tipo molto ansioso e che, dopo tanti anni non ho un reale miglioramento della situazione, (avverto un malessere generalizzato con rigidità muscolare su tutto il corpo ed in particolare nella parte superiore del tronco e alla nuca, con sensi di barcollamento, intontimento, mancanza di concentrazione, spossatezza, affaticamento muscolare già dal mattino, ansia, tremore interno, ecc.), vi chiedo gentilmente di aiutarmi a risolvere questo angosciante problema.
La diagnosi fattami, è quella giusta? Ho si può trattare di patologie ben più gravi come la distrofia muscolare o similari?
Resto in attesa di una risposta.
Grazie anticipatamente per la Vostra attenzione.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/12/2006

Gentile utente,

non vi sono motivi per pensare ad un problema grave tipo Distrofia muscolare.
Probabilmente la diagnosi di spasmofilia è corretta; tuttavia le alterazioni elettrolitiche ed in particolare l'aumento della escrezione renale di calcio richiedono una valutazione internistica ed endocrinologica al fine di esclusione un iperparatiroidismo subclinico o altri problemi.
Le consiglierei, pertanto, di richiedere la visita di uno specialista in medicina interna o di un endocrinologo.

Cordiali saluti ed auguri di Buon Natale.

Dott. Massimo Muciaccia
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra