L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Sessualità

01/03/2007 22:59:30

Spermiogramma e ICSI

Egregio Dottore,
le scrivo per ricevere un parere sull'esito dello spermiogramma che ho ricevuto oggi e che ha gettato me e mia moglie nello sconforto.
Di seguito i dati:

giorni di astinenza. 3
viscosità : diminuita
liquefazione: completa
volume : 2.0 ml

pH : 7.8
concentrazione: 22milioni/ml
agglutinazioni: assenti
cellule rotonde: 100.000/m

Motilità totale: 10%
Progressiva rapida: 00% Progressiva lenta: 10%

Concentrazione totale: 44 milioni
Concentrazione totale con motilità progressiva: 4.4 milioni

Forme fisiologiche : 5%
anomalie testa : 86%
anomalie collo : 3%
anomalie coda: 6%

Test di capacitazione: (gradiente)
Numero spermatozoi recuperati: 3 milioni
Motilità: 30% totale, di cui 10% progressiva rapida, e 20% lenta
Numero spermatozoi mobili progressivi: 900 mila

I parametri seminali utilizzati sono quelli indicati dall'O.M.S.

In conclusione la diagnosi è stata: astenospermia e teratospermia gravi, con immediato suggerimento all'inserimento nel programma ICSI.
Aggiungo che da bambino mi fu diagnosticato un varicocele, allora non ritenuto da operare. Un anno e mezzo fa (ora ho 31 anni) mi rivolsi ad un urologo che, visitandomi, ne escluse con certezza la presenza...
Mi chiedevo se l'unica soluzione sia davvero la tecnica ICSI, o se i valori di teratospermia ed astenospermia gravi possono essere in qualche modo corretti con qualche terapia.
Confidando in una sua gentile risposta, la ringrazio sentitamente.





Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/03/2007

Caro lettore ,
è difficile con i soli dati clinici che ci ha inviato via email darle un parere articolato e corretto. E' stata fatta una diagnosi sul perchè di questa situazione ? Quali altre indagini andrologiche ha eseguito? A questo punto , oltre a ripetere un esame del liquido seminale per confermare questa situazione clinica, sarà oppurtuno consultare un andrologo , esperto in patologia della riproduzione umana. Comunque , se desidera avere ulteriori e maggiori informazioni su questi temi e capire meglio la sua situazione , può anche leggere il semplice manuale, scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano" CIC edizioni internazionali , Roma.
Un cordiale saluto.


Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Sessualità







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra