L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

03/08/2008 09:46:29

Spondilartrite

Gent.mo dottore,
sono una donna di 42 anni, insegnante di Scienze Matematiche alle scuole medie, che vive dal novembre del 2007 nell'angoscia. E' infatti da quella data che soffro di dolori lancinanti alle articolazioni. Il primo dolore l'ho avvertito al ginocchio destro, esso è apparso lentamente durante il giorno per poi aumentare durante la notte. A distanza di circa un mese, lo stesso dolore ha colpito l'altro ginocchio, e poi, sempre a distanza di circa un mese, ha colpito un po' tutte le grandi articolazioni(spalla, articolazione coxo-femorale, gomito, caviglia). Adesso i dolori sono più frequenti anche se con minore intensità e li avverto alle piccole articolazioni(dita della mano, polso). Quando avevo la fase acuta mi sono stati somministrati dal mio medico curante antiinfiammatori via via più potenti (Arcoxia 90. Voltaren, Toradol) ma il dolore non passava, scompariva da solo dopo circa 24 ore dall'insorgere.
Mi sono mensilmente sottoposta a delle analisi cliniche ma l'unico parametro relativamente alto è stata la VES con valori che oscillavano da 20 a 43, tutti gli altri, negativi. Adesso ho ripetuto gli esami ma tutti i valori sono negativi anche se i dolori persistono. Soffro d'insonnia, la mattina mi sveglio stanca e con rigidità agli arti. il 5 luglio sono stata ricoverata presso il reparto di Reumatologia dello IOMI di Messina e nella relazione di dimissione è scritto quanto segue: Spondiloartrite sieronegativa.
Gli esami eseguiti sono stati i seguenti:
RX cervicale: lieve riduzione in altezza dello spazio intersomatico C5 - C6; verticalizzazione della lordosi.
RX LS: scoliosi dx convessa. Schisi dell'arco posteriore di S1.
RX ASI: non alterazioni osteostrutturali.
MOC: valori nella norma.
Esami ematochimici: nella norma eccetto colesterolo 35 mg, calcio 7,81 mg, ferritina 6 ng, sideremia 27.
Terapia consigliata: Medrol 16 mg 1/4 di cpr die x 20 gg, e poi continuare a gg alterni. Dobetin 5000 1 fl x 5 gg, sospendere 20 gg e ripetere il ciclo. Diseon 0,25 1 cpr per 10 gg al mese x 3 mesi.
Mi chiedo e Le chiedo: la terapia (che io per adesso ho sospeso nell'incertezza) è opportuna?
Nel ringraziarLa anticipatamente per il tempo che perderà nel leggere la mia mail, aspetto con impazienza la sua risposta.
Isabella


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/08/2008

si potrebbe trattare di una patologia autoimmunitaria a sfondo reumatico e pertanto al momento la terapia con cortisone appare opportuno e non mi sembra saggio averla sospesa..magari il dosaggio mi sembra un pò blando però è la scelta migliore...associ anche della terapia fisica e riabilitativa o dell'agopuntura, potrebbero aiutarla a ridurre i dosaggi e la frequenza delle somministrazioni farmacologiche

Dott. Vincenzo Rollo
Casa di cura convenzionata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
Specialista in Medicina fisica e riabilitazione
LECCE (LE)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra