L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

29/11/2007 15:35:40

Stato ansioso depressivo

Ho scoperto in questi ultimi giorni che mio padre (54 anni) è in stato depressivo. L'ho scoperto perchè tutt'un tratto è scoppiato in un pianto disperato, senza un motivo reale. Mia sorella ed io siamo rimasti senza parole davanti quella situazione...non ce l'aspettavamo per niente. E intanto piangeva disperato..parlando dei soldi che mancano..del nostro futuro..che non ha voglia di far nulla..non riesce a far nulla...non gli va assolutamente di far nulla che possa svagarlo minimamente dalla monotonia quotidiana..un cinema..una cena..gli amici..niente. Preferisce star a casa, guardar la TV e tentare di dormire come vi spiegherò fra poco.
Lavora in banca da anni, fa il cassiere, lavoro che ti porta a gesti fissi quotidiani e ad una responsabilità notevole dei asoldi altrui.
Ma la causa a mio avviso scatenante sono gli acufeni all'orecchio che lui prese alcuni anni fa per via della labirintite, che lo torturano e non gli permettono più una serena concentrazione sul posto di lavoro, così come nella vita normale.
Ogni volta che torna a casa da lavoro si vede che non ce la fa più, ma io pensavo fosse solo a causa del lavoro..dalla sua età..e dagli anni che fa questo lavoro..e che quindi fosse ovvio non vedesse l'ora di mettersi sul divano o andare a letto.
Parlando con lui, mi ha detto di essere entrato in questo stato depressivo ormai da 2-3 mesi. Mi ha detto che si sveglia spesso la notte..che non riesce a dormire.
L'ultimo sfogo l'ha avuto lunedi scorso a lavoro: ad ogni pausa pranzo rimane nella banca per mangiare giusto uno due panini e poi fare una dormita, perchè dice è l'unico modo per non pensare a nulla, per non fare in modo che tutti i pensieri lo assillino. E invece dopo 10 minuti ha avuto questa crisi e si è fatto venire al prendere dall'ambulanza che l'ha portato all'ospedale. Gli hanno fatto una flebo e si è notevolmente calmato. Il dottore del pronto soccorso gli ha prescritto il TAVOR prima di andare a dormire per aiutarlo ad addormentarsi, e lo ZIMOX da prendere alla mattina. Gli ha dato inoltre 7 giorni di prognosi Ci ha consigliato inoltre di consultare uno specialista e di rivolgerci (anche contro quello che potrebbe essere il suo interesse) al servizio pubblico CSM.
Spiegata la situazione mi farebbe piacere sapere ogni sorta di consiglio, conoscenza, procedimenti possibili, terapie, opinioni su uno specialista privato oppure sul servizio pubblico dagli esperti di questo sito che ringrazio infinitamente anche per altre vostre consulenze tramite questo sito. Io di mio ho già pensato di regalargli un lettore mp3 in modo tale che sentire le canzoni che gli piacciono (Pink Floid) durante la giornata possa cammuffare il torturante fischio all'orecchio.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/12/2007

Non ho abbastanza elementi per esprimermi e non so quali elementi siano a disposizione del medico del pronto soccorso per consigliare un invio al centro di igiene mentale. Vi consiglio di consultare uno psichiatra per avere una diagnosi più precisa. Il tavor è un buon ansiolitico, ma non cura la Depressione , e mi sembra urgente usare antidepressivi. Non so se poi ci siano anche segni di altre patologie psichiatriche. Gli acufeni possono essere dovuti ad una patologia dell'orecchio (e lo zimox è un antibiotico che cura una infezione) ma possono anche essere un sintomo depressivo.



Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra