L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

02/03/2006 11:37:39

Steatosi epatica

Non sono diabetica, in menopausa da 5 anni, tiroidectomia parziale dieci anni fa, assumo eutirox 75mcg/die, assumo 1/2-1 bicchiere di vino/die, non avendo particolari problemi di sovrappeso mi sembrava di avere una dieta relativamente corretta però all'occasione anche con formaggi e tonno in scatola, sono amante dei dolci ma senza esagerare.
Ho fatto un'ecografia epatica nel 2001 in seguito ad alterazione della transaminasi, con risultato negativo.
Dal 2004 al 2005 ho avuto un improvviso aumento della ferritina (da 500 gradualmente in discesa, ma mi sembra non stabilizzata). Trigliceridi e glucosio normali. Colesterolo oscillante (ache a breve distanza di tempo, ma raramente supera i 200 mg/dl).
Ho fatto una seconda eco epatica per il perdurare dell'alterazione della transaminasi, con risultato: Steatosi epatica. Il Gastroenterologo mi ha detto di eliminare totalmente l'alcol dalla dieta e i farmaci. (Ma l'eutirox non posso eliminarlo)., quindi rifare i controlli fra qualche mese. E' sufficiente? Da che cosa può derivare questa malattia? E' pericolosa? Può essere provocata da stress? Da chi devo farmi aiutare per curarla? Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/03/2006

Ha avuto una Tiroidite , per cui hanno eseguito una tiroidectomia parziale, perchè ?; hanno stabilito chi ha innescato la malattia autoimmune ?
nel 2001 aveva le transaminasi alte, che naturalmente, non avendo determinato l'agente eziologico e combattuto, lei si è trovata una steatosi epatica.
Molto probabilmente chi aveva provocato la Tiroidite è lo stesso che ha determinato le alterazioni epatiche. Epstein-Barr, Cytomegalovirus, Epatite B o c,.......
Che esami a eseguito per determinare esattamente il problema?
se li ha già eseguiti, li riferisca, altrimenti li esegua:
emocromo e formula, piastrine,
Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
cANCA
pANCA
ENA (Ab ati nucleo specifici)
AMA (Ab anti mitocondrio

Epatite B (Ricerca del genoma quantitativa)
Epatite C (Ricerca del genoma quantitativa)
Epatite Delta (Ricerca del genoma quantitativa)
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
HPV (Ricerca del genoma quantitativo) (o Human papilloma virus)
HPV (Ricerca del genoma tipizzazione)(o Human papilloma virus)
E' importante stabilire l'agente eziologico, perchè si può assumere il genoma opportunamente diluito, stimolando il sistema immunitario a portarlo via, curando così il problema epatico, precedentemente trascurato
Saluti




Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra