L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

21/10/2006 19:08:21

Sudente fuori corso

Sono un ragazzo di 37 anni che deve fare l’ultimo esame di genetica per completare gli studi.
Sono molto fuori corso perché da diversi anni ho difficoltà di apprendimento ho difficoltà nel ricordare e comprendere le cose per cui impiego molto tempo per preparare gli esami.
Per questo motivo sono in terapia psicologica però non ho risolto molto.
L’unico aiuto dalla psicologia è stata quello di accettare queste difficoltà.
Mi hanno detto che questo rallentamento è dovuto alla mia sfiducia nelle mie reali capacità.
Volevo sapere se devo continuare per questa strada ( continuando la terapia psicologica, accettando questo stato di cose come il rallentamento) o devo rivolgermi da qualche altra pare?
Anche perchè studio dalle 8-9 ore algiorno.
Grazie M.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/10/2006

Credo che il suo problema di fondo sia quello di capire quale è il suo "vero sè".
Può essere che lei si sia posto degli obiettivi non coerenti con la sua vera personalità e che sia questo che provoca la difficoltà di studio.
Forse , attraverso la psicoterapia, deve andare non solo verso l'accettazione della sua difficoltà, ma anche capire cosa potrebbe essere più coerente con le sue potenzialità.
Il benessere è dato da tante cose, tra cui anche avere un ruolo nella società.
Forse lei sta sentendo anche la mancanza di un ruolo e si accorge che a 37 anni il ruolo dello studente non può dare equilibrio.
Io non la conosco e quindi parlo in linea generale.
Può anche essere che lei soffra di una forma di Depressione o qualcosa di simile per cui potrebbe avere bisogno anche di farmaci.
Le faccio i più vivi auguri di trovare un suo equilibrio sereno.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Risposta del24/10/2006

Credo che il suo problema di fondo sia quello di capire quale è il suo "vero sè".
Può essere che lei si sia posto degli obiettivi non coerenti con la sua vera personalità e che sia questo che provoca la difficoltà di studio.
Forse , attraverso la psicoterapia, deve andare non solo verso l'accettazione della sua difficoltà, ma anche capire cosa potrebbe essere più coerente con le sue potenzialità.
Il benessere è dato da tante cose, tra cui anche avere un ruolo nella società.
Forse lei sta sentendo anche la mancanza di un ruolo e si accorge che a 37 anni il ruolo dello studente non può dare equilibrio.
Io non la conosco e quindi parlo in linea generale.
Può anche essere che lei soffra di una forma di Depressione o qualcosa di simile per cui potrebbe avere bisogno anche di farmaci.
Le faccio i più vivi auguri di trovare un suo equilibrio sereno.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra