L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

23/05/2003

Tendine del polso

Buongiorno, mi chiamo Francesco, ho 33 anni e l'anno scorso ho subito l'asportazione di un nevo melanocitico al polso sx.
Da quel giorno, ogni qualvolta sottopongo la mano sinistra ad uno sforzo seppur minimo (ad esempio: il sorreggere un mazzo di chiavi o dei semplici fogli di carta), la ferita costituita da soli 3 punti, muta di colore passando da rosa a viola e avverto una fastidiosa sensazione di pizzichio, tale da non permettermi di continuare a sorreggere il peso.

Interpellati più ortopedici, ho raccolto opinioni assai discordanti:
- il legamento del polso è stato "toccato" per errore durante l'intervento chirurgico al polso;
- il Morbo di De Quervain.

Inoltre, ho già sostenuto una cura costituita da 2 cicli di cortisone 25mg e antinfiammatorio per una durata complessiva di 20gg.
Essa ha avuto solo un temporaneo effetto antidolorifico, ma non ha inciso sull'alterazione del colore della ferita quando è posta sotto sforzo.

Da cosa sono affetto?
Come mi posso curare?

Sentitamente ringrazio.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del14/06/2003

sembra verosimile un interessamento vascolare. valuti la possibilità di eseguire sedute di laserterapia e magnetoterapia

. VINCENZO LANFRANCO ROLLO


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra