18/02/13  - Tendinopatia tibiale posteriore con sospetta frattura da stress - Scheletro e Articolazioni

Tendinopatia tibiale posteriore con sospetta frattura da stress




Domanda del 18 febbraio 2013

Domanda


Podista donna di 37 anni pronatrice,durante una maratona ho sentito un forte dolore al polpaccio della gamba dx che non mi ha permersso di proseguire,il giorno dopo non riuscendo a camminare ho fatto l’ecografia muscolare“Referto eco 12/11/2012Regione posteriore della gamba dx Non si rilevano lesioni traumatiche a carico dei ventri muscolari esaminati.Presenza di area fluida adiacente al tibiale posteriore al terzo distale,che si estende lungo il decorso del tendine.Quale reperto accessorio si segnala la presenza di una minima irregolarità del profilo corticale tibiale al terzo distale, da possibile sovraccarico osseo distrettuale (stress responso?).”che evidenziava una tendinopatia del tibiale posteriore con sofferenza della tibia con sospetta frattura da stress.Dopo qualche gg per via del dolore sono andata al pronto soccorso che ha confermato la tendinopatia del tibiale con una sofferenza della tibia come da frattura non evidenziata dalla lastra, mi hanno messo un gambaletto gessato e sono stata ferma 2 settimane con le stampelle per non caricare sull’arto. Poi ho fatto la RNM “RefertoRNM 18/11/2012Regione posteriore della gamba dx L'indagine non evidenzia alterazioni di morfologia e segnale dei ventri muscolari in esame.Normale il segnale della cortico spongiosa diafisaria peroneale.Minimo incremento di segnale della spongiosa al profilo posteriore della diafisi tibiale,al terzo mediale-distale,visibile solo nello studio con saturazione del segnale del grosso.Reparto compatibile con minima sofferenza edemigena verosimilmente secondaria a stress da sovraccarico funzionale,senza evidenza di frattura.Concomita ispessimento della guaina del tendine tibiale posteriore,come per tenosinovite.Assenza di raccolte fluide intercompartimentali”Dopo tre mesi di nuoto e cyclette ho ripreso con la corsa, sento sempre all’inizio dell’allenamento un po’ di fastidio che poi scompare!E' normale sentire ancora dolore anche se in maniere meno intensa?Devo fare altri accertamenti?
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi
Scheletro e articolazioni
06 settembre 2017
News
Sì allo yoga, ma con attenzione ai dolori vecchi e nuovi