L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute femminile

27/06/2002

Terapia ormonale

Avevo 14 anni quando cominciai una terapia ormonale per regolarizzare le mestruazioni che ormai, da almeno tre mesi, non arrivavano più. Oggi ho 20 anni e proseguo la cura senza raggiungere risultati ottimali. Mi chiedevo se gli ormoni che assumo (estrogeni e antiandrogeni) possono incidere nella predisposizione a neoplasie femminili e, soprattutto, quanto incidono. Grazie.
Gabriella

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/07/2002

Gli ormoni sessuali femminili assunti per un lungo periodo possono accrescere il rischio di tumori ormonodipendenti. Accrescere il rischio non significa necessita' di abbandonarli, anche perche' quasi sempre i benefici che si ricavano sono molto superiori ai rischi.
Per esempio se a questa eta' molto giovane non mestrua spontaneamente puo' correre dei rischi nel raggiungimento di un normale livello di calcificazione ossea. Inoltre una serie di tessuti non sarebbero adeguatamente stimolati e nutriti. Cio' potrebbe capitare per la vagina e tutti gli organi sensibili agli ormoni sessuali femminili.
In conclusione e' opportuno sempre fare un rapporto costi-benefici, che solitamente ci indica quanto sia preferibile usare gli ormoni piuttosto che subire i danni di una loro carenza.

Dott. EMILIO ARISI
Medico Ospedaliero


Altre risposte di Salute femminile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra