L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

28/01/2008 01:55:13

Tonsille

Salve,
sono una ragazza di 22 anni,
da circa 6 mesi soffro di un fastidioso mal di gola quasi costantemente. Si tratta di un dolore crampiforme a volte molto intenso accompagnato da un fastidio alla lingua che appare alterata e un pò gonfia sul lato dx,spesso rivestita da una patina biancastra centrale (soprattutto al mattino),mentre la serta appare più rossa e gonfia.all'età di 6 anni mi è stata fatta la tonsillectomia e a parere del medico specialista si tratta di un disturbo relativo a dei residui tonsillari. circa 3 mesi fa mi prescitto una terapia della durata di tre mesi (ananase, 3 volte al giorno per 10 giorni al mese e un vaccino da prendere per i primi 15 gioni di ognuno dei tre mesi).dopo il primo mese di terapia sentendo che i disturbi nn passavano,compreso il dolore articolare,ho deciso di mia scelta di fare le analisi del sangue e anche il tampone faringeo.le analisi erano nella norma ma il tampone evidenziava la presenza di stafilococco pneumoniae in numerose colonie.faccio la terapia antibiotica mirata e continuo la cura dello specialista. ora sono passati tre mesi ma il fastidio rimane ancora,inoltre mi hanno consigliato di usare all'occorrenza il locabiotal,che ho provato e che mi ha dato sollievo ma ora l'ho finito.quello che vorrei sapere e se devo convivere con questo disturbo a vita e se effettivamente la diagnosi era corretta così come la terapia,ho paura che possa essere qualcosa di più e nn so cosa pensare anche perchè l'ansia mi fa sentire i crampi molto di più e come se a livello della gola avessi dei palloncini che si gonfiano e mi stozzano.sarei grata se qualcuno mi rispondesse,spero di nn dare l'impressione di una ipocondriaca ,sarà lo studio della medicina.ancora grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del30/01/2008

Lei tende ad associare il dolore "crampiforme, a volte molto intenso" alle alterazioni della lingua, ma i due fenomeni potrebbero essere del tutto indipendenti. Di obiettivo ci sarebbe solo l'arrossamento del lato destro della lingua (che non dovrebbe aver nulla a che vedere con residui tonsillari nè tamponi faringei), ed una patina biancastra centrale che è una cosa molto comune a vedersi e di scarso significato patologico. Piuttosto faccia una visita odontoiatrica per escludere responsabilità in tal senso di situazioni particolari del cavo orale.
Quanto al dolore crampiforme alla gola, se ancora non lo ha fatto, le consiglio di sottoporsi ad una visita ORL, ed agli accertamenti disposti dallo specialista in tale sede.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Risposta del02/02/2008

Gentile signorina, intanto complimenti per i suoi studi, che siano proficui.
Il suggerimento che chiede Lei andrebbe visto forse da un'altra angolatura, ripensando alla tonsillectomia mi vengono in mente alcuni casi di miei piccoli pazienti che non sono stati allattati nell'eta pediatrica e\o forse per pochissimo tempo, potrebbe essere il Suo caso? Comunque visto la correlazione energetica in MTC tra intestino e mucose della parte alta del corpo, Le suggerirei di controllare la Sua alimentazione e magari chiedere un pare ad un medico che si occupi di intolleranze alimentari cordialità Ps non parli di ipocondria è corretto prevenire piuttosto che curare.

Dott. Nicola Lombardi


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra